“Fun Or Nothing”: alla consolle c’è Philippe Cohen Solal. L’anima dei Gotan Project.

Elettronica e world music per il fondatore del trio franco-argentino di tango contaminato dai ritmi contemporanei del clubbing Catania, Ma – Musica Arte, venerdì 28 novembre 2014, dalle h. 22. Il venerdì a Catania è al Ma Musica Arte, il club di via Vela, grazie a Fun or Nothing, sinonimo di qualità e ricercatezza della musica. E venerdì 28 novembre, per la prima volta “special guest” al Ma Musica Arte, un vero motivo di orgoglio per il format Fun or Nothing, sarà Philippe Cohen Solal, fondatore del famoso trio Gotan Project (insieme allo svizzero Christophe H. Müller e all’argentino Eduardo Makaroff), gruppo che ha mischiato armonicamente lo stile del tango alle basi ritmiche contemporanee, tipiche del clubbing come la musica elettronica e la house. Come sempre ricco il programma di Fun or Nothing: nella Graffiti Station si alterneranno i dj’s Antonio Oliva e Fabrizio Serio. Nel foyer il set di elettronica e world di Philippe Cohen Solal si incastrerà tra le selezioni di Fabio Cocuzza e Marco Zappalà, con il videomapping di Vj Kar. In birreria, forte di più di 300 etichette di birre artigianali alla spina e in bottiglia, le selezioni saranno di dj Salafia.

Philippe Cohen SolalPhilippe Cohen Solal. Celebre come produttore del progetto Gotan Project, Solal è un raffinato intenditore di buona musica oltre che abile dj. Con un solido background nell’industria discografica francese, è l’ideatore di Ya Basta, etichetta e team artistico con cui si dedica a progetti d’avanguardia: dai Gotan Project a Boyz from Brazil, da David Walters a Mooshine Sessions. Philippe Cohen Solal cominciò la sua carriera come dj su radio indipen-denti, prima di diventare manager alla Polydor per tre anni. Ha partecipato alla prima ondata di musica elettronica in Francia all’inizio dei 90. In seguito è stato assunto alla Virgin, diventando uno dei più importanti supervisori musicali della sua generazione. Insieme al suo alterego in molti progetti, il musicista elettronico svizzero Cristoph H. Muller, Solal ha messo insieme a metà anni ’90 la Ya Basta crew: una personalità multipla che comprendeva Boyz From Brazil, Stereo Action Unlimited, tutti messi insieme nella prima compilation “Rue Martel”. In seguito Philippe e Cristoph hanno avviato l’esperienza dei Gotan Project insieme al chitarrista Eduardo Makaroff, un argentino residente a Parigi. Supportati dall’esperienza del suonatore di bandoneon Nini Flores, del pianista Gustavo Beytelmann e del violinista Line Kruse, il team si è dedicato alla rivisitazione del lato più malinconico e ispirato del tango argentino e di vari ritmi tradizionali sudamericani, raggiungendo il successo internazionale. Ristorante. Ai sapori e profumi di una cucina siciliana, ricercata e prestigiosa, affidata allo chef Carlo Borghini, si aggiungono le innovazioni culinarie del momento: il Sushi e lo Street Food.

Arte. Prosegue fino al 6 dicembre la mostra fotografica “Il Buddha allo specchio” del pittore, per una volta foto-grafo, Giampaolo Raffa, per lo spazio d’arte diretto artisticamente da Francesco Russo, con i testi critici di Simo-na Di Bella. La mostra sarà visitabile fino al 6 dicembre, tranne i lunedì, negli spazi Graffiti Station del Ma Musica Arte, dalle 20 alle 23.30.

Ingresso: € 5 in lista fino alle 23.30; oltre le 23.30 € 10,00

Scrivi