Catania – E’ stata una grande festa quella celebrata dal movimento Azione Universitaria e dal Movimento Avanguardia per lo svolgimento del congresso universitario e della conferenza programmatica. Un momento di confronto di tante idee espresse di giovani vogliosi di fare e di cambiare le cose tanto in campo universitario che in quello territoriale.

Al termine del congresso sono stati nominati Giuseppe Amato (24 anni, praticante avvocato, già senatore accademico e rappresentante al corso di laurea in Giurisprudenza) coordinatore comunale e Sebastiano Flaminio (24 anni, già coordinatore di nucleo a Giurisprudenza e rappresentante degli studenti nella medesima facoltà) coordinatore provinciale di Avanguardia; mentre i nuovi vertici di Azione Universitaria Catania saranno Francesco Ferlito (24 anni, già coordinatore del nucleo di Farmacia di Azione Universitaria) in qualità di presidente provinciale e Claudio Bellamia (23 anni, senatore accademico) in veste di vicepresidente.

Una conferenza nella quale sono state tracciate le linee guida per un futuro radioso e pieno di successi come già accaduto nel recente passato. Hanno presenziato alla conferenza anche gli onorevoli Salvo Pogliese, Vincenzo Gibiino, Basilio Catanoso e Marco Falcone. Gli ex coordinatori di Avanguardia Erio Buceti e Bruno Spitaleri rivestiranno adesso la carica di vicepresidenti del movimento.
“Auguro a tutti i nuovi eletti di saper svolgere il loro lavoro con passione e determinazione – ha affermato Massimiliano Giammusso, presidente del Circolo Avanguardia – caratteristiche che hanno da sempre contraddistinto il nostro saper fare politica. Sono certo che i ragazzi sapranno svolgere il loro ruolo in modo ottimale, raccogliendo il testimone dai precedenti dirigenti che hanno certamente saputo in più occasioni dimostrare il loro valore”.

Scrivi