Catania, i cittadini collaborano e i ladri finiscono in manette

Nel pomeriggio di ieri, personale della Squadra di Polizia Giudiziaria del Commissariato “Centrale”, a conclusione di una serrata attività investigativa, ha proceduto alla cattura dei sotto indicati cittadini tunisini in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare emessa dal GIP presso il locale Tribunale dott. Di Giacomo Barbagallo su conforme richiesta del Pubblico Ministero dott. Fabio Regolo: BOUGHDIR Youssef nato in Tunisia nel 1981, senza fissa dimora, clandestino, pregiudicato e BEN RHOUMA Sami nato in Tunisia nel 1974, senza fissa dimora, clandestino, pregiudicato.

Entrambi sono ritenuti responsabili in concorso tra loro dei reati di tentata rapina e lesioni personali commessi a Catania nel decorso mese di febbraio; il BOUGHDIR anche di spaccio di sostanze stupefacenti. Le indagini svolte dal Commissariato “Centrale” consentivano di acclarare che i predetti avevano tentato di rapinare un giovane tossicodipendente il quale era solito contattare nella zona di S. Berillo il BOUGHDIR suo abituale “fornitore” di hashish. Nella circostanza, i malviventi anziché fornire lo stupefacente aggredivano il malcapitato con un coltello ferendolo di striscio al fianco sinistro e colpendolo al volto con una testata, causandogli lesioni guaribili in gg. 8 medicate presso il pronto soccorso dell’Ospedale Vittorio Emanuele.

Ultimate le formalità di rito, gli arrestati venivano associati alla Casa Circondariale di Piazza Lanza a disposizione della competente A.G..

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi