CATANIA – Sollecitare l’impegno di tutti gli attori coinvolti nell’individuare un percorso comune, che mira alla costruzione di una sanità efficiente, efficace ed economicamente sostenibile. È questo l’obiettivo primario del convegno organizzato da Adiconsum Sicilia dal titolo “I siciliani e la sanità. Sostenibilità del sistema e diritti dei cittadini”, che si terrà sabato 7 marzo alle 9.30 alla Cappella Bonajuto, di via Bonajuto, 9/13, a Catania.

Nel corso della tavola rotonda saranno presentati i risultati di una ricerca condotta da Adiconsum sul territorio regionale per sondare la percezione dei consumatori/utenti rispetto al servizio sanitario nazionale. “L’analisi dei dati è soltanto il presupposto per parlare di Sanità tra istituzioni, operatori del settore e portatori d’interessi dei cittadini – spiega il presidente regionale Adiconsum, Vincenzo Romeo – in modo da far emergere il punto di vista di ognuno su quello che, senza enfasi alcuna, è il servizio primario di una società civile”.

All’importante appuntamento parteciperanno il Presidente Nazionale Adiconsum Pietro Giordano, il Segretario Generale Regionale USR Cisl – Sicilia Mimmo Milazzo, il Presidente dell’Ordine dei Medici di Catania Massimo Buscema, Ettore Denti dell’Associazione italiana Ospedalità Privata e Placido Bramanti, Direttore Scientifico IRCCS di Messina. Sono state invitate il Direttore generale dell’Asp 3 Ida Grossi e l’Assessore alla Sanità Lucia Borsellino.

“Bisogna partire da tre assiomi – afferma ancora Romeo -: la sanità è un bene pubblico ma deve vedere un’integrazione funzionale col privato; le risorse non sono illimitate, pertanto è necessario riqualificare la spesa; la salute è un bene di tutti e quindi è indispensabile che tutti abbiano la possibilità di conoscere cosa succede nella galassia sanità”.

Scrivi