Per quanto riguarda la scelta di trasformare di sera piazza Carlo Alberto in parcheggio il Comune di Catania ha fatto un passo indietro.

Gli obiettivi principali di questo esperimento sembravano essere ridurre le auto in centro e combattere il fenomeno dei parcheggiatori abusivi. Il prezzo richiesto (2 euro) era però decisamente eccessivo per essere competitivo, di fatto lasciando ai parcheggiatori abusivi il resto della città.

Ora che il Comune ha fatto un passo indietro, Piazza Carlo Alberto tornerà in mano ai parcheggiatori abusivi; non è una grande vittoria.

Peraltro chi, non residente, vuole parcheggiare la macchina in centro è giusto che paghi qualcosa per partecipare alle spese generali del Comune, non c’è nulla di male in ciò. Ma la scelta di far pagare il parcheggio in centro non deve essere motivata dal desiderio di fare cassa, deve essere giustificata dall’amministrazione comunale e motivata da un rientro concreto a favore del centro storico e di chi lo visita.

Non capiamo neanche il senso della nuova proposta del Comune di puntare a piazza Sanzio o piazzale Asia. Sono già aree di parcheggio; quale sarebbe la novità? Un servizio navetta e un ticket da pagare non impediranno agli automobilisti di arrivare in centro con l’auto e di pagare come al solito i parcheggiatori abusivi.

Per ridurre le auto in centro va creata un’alternativa credibile: parcheggi scambiatori ben collegati al centro grazie a nuove corsie preferenziali per autobus e BRT, e tante, tante nuove piste ciclabili. Inoltre piuttosto che far pagare 2 euro in un parcheggio lasciando il centro in mano ai parcheggiatori abusivi con auto parcheggiate dappertutto (marciapiedi compresi), un’alternativa potrebbe essere quella di individuare un’area intorno al centro storico dove far pagare 50 centesimi ovunque si parcheggi, eccetto strisce bianche e residenti. Ma deve essere un mezzo per garantire anche una maggior presenza sul territorio da parte delle forze dell’ordine, e quindi più sicurezza per i cittadini e lotta dura contro i parcheggiatori abusivi.

Scrivi