latitante rumeno

Florinel Dinu

CATANIA − Nella serata di ieri, mercoledì 2 settembre, dopo un’approfondita attività investigativa, Personale della Sezione di Polizia Giudiziaria della Polizia Municipale di Catania ha arrestato il cittadino rumeno Florinel Dinu, di 31 anni, destinatario di un ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Pescara per furto aggravato commesso nel  2012 nella provincia di Pescara. L’uomo, condannato ad una pena definitiva di 3 anni e 9 mesi, si era reso irreperibile per sottrarsi. Infatti, questi aveva fatto perdere le sue tracce a Pescara spostandosi prima ad Avola, poi, nell’ultimo periodo, a Catania. Il personale della Polizia municipale ha potuto rintracciarlo in una zona del centro storico abitualmente frequentata da prostitute di nazionalità rumena, dove sembrerebbe che il soggetto arrestato continuasse a svolgere attività illecite. Nel vano tentativo di sottrarsi all’ arresto,  Dinu aveva dichiarato agli ispettori di Polizia municipale di essere senza documenti di identificazione, fornendo false generalità. Prima di essere sottoposto alle procedure di fotosegnalamento, l’uomo si faceva portare dalla convivente un documento rilasciato dalle Autorità rumene per mezzo del quale è stato possibile risalire alle sue esatte generalità e avere la conferma, consultati i terminali, dell’esistenza del citato ordine di carcerazione. Il provvedimento è stato eseguito conducendo il Dinu presso il carcere di piazza Lanza dove dovrà scontare la pena inflittagli.
L’attività investigativa che ha portato all’identificazione e all’arresto del Dinu fa parte di un più ampio progetto di intensificazione del controllo del territorio da parte della Polizia municipale, fortemente voluto dal sindaco Enzo Bianco al fine di tutelare la sicurezza dei cittadini e garantire la convivenza civile nel rispetto delle regole.

Scrivi