CATANIA − Nel corso di un’attività investigativa, gli agenti della Sezione di “Giudiziaria” della Polizia Municipale di Catania, transitando con auto civetta all’interno del quartiere di San Berillo, hanno tratto in arresto Omar Saidy, cittadino del Gambia, di 25 anni, sorpreso in flagranza di reato mentre spacciava sostanze stupefacenti.
I tre ispettori dei Vigili urbani, giunti in via Nicolosi, angolo via Ciancio, hanno notato due persone intente a parlare tra loro che, al sopraggiungere dell’auto civetta, lasciavano immediatamente cadere a terra quello che tenevano nelle loro mani. In particolare, il Saidy lanciava sotto una macchina che era posteggiata nei pressi un involucro di carta, subito raccolto dagli ispettori, che risultava contenere 8 stecche di hashish. Allo stesso tempo, il giovane che si trovava in compagnia del gambiano lasciava cadere una piccola quantità della stessa sostanza che, da un immediato confronto, costituiva l’esatta parte mancante di una delle stecche di hashish gettate a terra dal Saidy. Nel corso dell’operazione, veniva sequestrata anche la somma di 39 euro, provento dell’attività illecita. I due soggetti venivano condotti presso il Comando della Polizia Municipale ove, mentre il giovane essendo il “cliente” non era perseguibile e quindi non subiva nessuna misura cautelare, si appurava che Omar Saidy era già sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di firma, applicata il 18 settembre scorso per aver commesso un reato analogo. Contattato il magistrato di turno, costui disponeva la custodia dell’arrestato presso la casa circondariale di piazza Lanza, in attesa dell’udienza di convalida.
L’attività investigativa in oggetto fa parte di un più ampio progetto di intensificazione del controllo del territorio da parte della Polizia Municipale, fortemente voluto dal sindaco Enzo Bianco, al fine di tutelare la sicurezza dei cittadini e garantire la convivenza civile nel rispetto delle regole.

Scrivi