Nella serata di ieri, la Polizia di Stato ha posto in stato di fermo T. D., minore incensurato, in quanto gravemente indiziato di rapina aggravata e ricettazione.

A conclusione delle indagini coordinate dalle locali Procura della Repubblica e Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni, e condotte dal personale della Sezione Reati contro il Patrimonio − Squadra Antirapine relative alla rapina commessa nella tarda serata del decorso 27 gennaio 2015 ai danni del rifornimento carburanti Agip, ubicato lungo la Tangenziale di Catania, sono stati acquisiti univoci e concordanti elementi di responsabilità a carico del predetto minore in quanto responsabile, in concorso con altri, del citato delitto nonché di altra rapina commessa il pomeriggio del 27 gennaio in danno ad un’attività commerciale di Misterbianco.

In entrambe le circostanze, per commettere le rapine, era stata utilizzata un’autovettura Opel Corsa risultata di provenienza furtiva rinvenuta e sequestrata la notte del 28 gennaio scorso.

Negli uffici della Squadra Mobile, il minore ha reso dichiarazioni confessorie riguardanti la perpetrazione delle citate rapine indicandone i correi nel giovane deceduto, nel  minore ferito già identificato per la rapina al distributore e nel maggiorenne già tratto in arresto.

Espletate le formalità di rito, il minore è stato associato presso il C. P. A. di via Franchetti a diposizione della competente A. G..

Scrivi