Catania. C’è chi dice si, c’è chi dice no. Sembra il gioco del rimpiattino quello praticato dall’amministrazione nei confronti dell’Amt e delle sue reali condizioni economiche. E già. Perché se la squadra del primo cittadino insieme al presidente dell’azienda, ammiccano sorrisi e parlano di situazione nella norma e di ripresa imminente, il capogruppo di Area Popolare, Giuseppe Castiglione, scopre le carte e attraverso una nota diffusa alla stampa racconta una verità ben diversa. “. Come si evince dalla descrizione che ne viene fatta, perfino sul sito dell’AMT, parliamo di “anno horribilus” per l’azienda. Pertanto ho molte perplessità sull’andazzo e sui provvedimenti intrapresi all’interno dell’azienda- dichiara Castiglione- Visto il grave disavanzo reddituale, risulta oltremodo non giustificabile il concorso interno bandito dall’azienda teso a riconoscere al personale presente avanzamenti di carriera che potevano, invece, essere consolidati in capo al personale che quotidianamente svolge tali mansioni. Tutto questo ha il solo effetto di creare gravi malumori , penalizzazioni e destabilizzazioni sui vari criteri scelti per questo bando. Inoltre si stanno spendendo circa 250.000 euro per lo svolgimento di attività di controllo da parte della vigilanza privata. Provvedimento che graverà in maniera copiosa sulle già disastrate casse dell’azienda. Visti i risultati pessimi sotto il profilo della gestione amministrativa chiedo, quindi, al Sindaco Bianco di monitore questa drammatica situazione evitando altri sprechi. “

Scrivi