Visite mediche e poi il ritiro. Si avvicina per il Catania il momento di ricominciare dopo il caos dello scandalo che ha coinvolto Pulvirenti e gettato nel baratro il club. In vista dei primi allenamenti sotto la nuova guida tecnica di Pippo Pancaro, il mercato si scuote. In uscita dopo la risoluzione di Spolli, accasatosi ufficialmente al Carpi, squadra in cui dovrebbe presto arrivare a fargli compagnia anche Raphael Martinho, che avrebbe già accettato la proposta degli emiliani e per cui mancherebbe solo l’ufficialità, sembrerebbe essere il giorno giusto anche per le cessioni di Belmonte e Del Prete. I due terzini, a lungo corteggiati dall’ambizioso Perugia, lasceranno la Sicilia per firmare con il Grifo. Anche Calaiò, vista la probabile, se non praticamente certa retrocessione dei rossazzurri dalla Serie B, secondo le dichiarazioni del fratello e agente Umberto lascerà il Catania. Per lui è concreto l’interesse del Pescara.

Anche in entrata Bonanno cerca timidamente di tracciare le prime manovre di mercato. Il primo giocatore che potrebbe essere tesserato è Davide Baiocco. Si tratterebbe di un ritorno dettato dal profondo amore che lega il centrocampista ai colori etnei. L’ufficialità dovrebbe arrivare prima dell’inizio del ritiro. Nel segno de “A volte ritornano”, Baiocco, che prima che l’inchiesta “I treni del gol” avrebbe dovuto diventare il nuovo team manager, dopo le vicissitudini ormai note sarebbe invece un tassello fondamentale per la squadra del futuro. Si sonda il terreno anche per un giocatore ex Juve Stabia, lo scorso anno allenato proprio da Pancaro. Si tratta del centrocampista Jidayi, classe ’84, che l’anno scorso ha totalizzato con la maglia delle Vespe ben 32 presenze, siglando anche 3 reti.

Scrivi