Il primo, grande dilemma della rifondazione rossazzurra per correre ai ripari dopo un girone di andata  fallimentare in Serie B sta per essere risolto. La società punta tutto su Dario Marcolin. Sarà lui, già allenatore in seconda dei rossazzurri durante la stagione 2009/2010, quella della salvezza con record dell’indimenticabile gestione Mihajlovic a dover riportare i rossazzurri almeno in un piazzamento playoff per questa stagione.

Il Catania ha fatto la conta degli allenatori, da Liverani a Delneri, passando per Cosmi. Alla fine a  Marcolin, non tanto per i risultati come allenatore, tre esoneri per lui in carriera, quanto come sicurezza di professionalità e buon auspicio ricordando il passato arriverà la patata bollente della gestione di un gruppo allo sbando.

Si tratta del terzo allenatore in mezza stagione, se non è un record poco ci manca. Addirittura quattro gli avvicendamenti, visto il Pellegrino-bis, durato appena tre partite.

Con il primo tassello del puzzle  dovrebbero arrivare successivamente una serie di giocatori che garantiscano al nuovo tecnico le soluzioni tattiche a lui congeniali.

Scrivi