CATANIA – Una vera e propria “bomba sonora” in via Gisira a Catania. Lo denuncia Adele Palazzo, segretaria del Circolo Centro Storico del Pd, che ha raccolto le segnalazioni dei residenti. Nel mese di ottobre, infatti, in questa via è stata inaugurata una discoteca che ha preso il posto dello storico cinema Vittoria. Da quel momento per gli abitanti è incominciato un vero inferno: la sala da ballo, infatti, è situata in una via piuttosto stretta e ciò genera dubbi sulle condizioni di sicurezza, in particolare riguardo al passaggio di mezzi di soccorso. A questo si aggiungono ripetuti schiamazzi notturni e scene di disordine, il tutto accompagnato dal frastuono della musica che fa vibrare i muri delle abitazioni circostanti disturbando il sonno dei residenti fino alle 4 del mattino.

Per questo gli abitanti si stanno costituendo in un comitato e hanno presentato degli esposti alla magistratura. Molti di loro, a proprie spese, stanno provvedendo ad insonorizzare le proprie abitazione sostenendo costi notevoli, ma non tutti sono nelle condizioni economiche di poterlo fare.

Secondo i residenti, inoltre, il tetto che ricopre la struttura sarebbe in amianto: una copertura di questo tipo, già soggetta al deterioramento a causa degli agenti atmosferici, sarebbe sottoposta in questo caso anche a vibrazioni sonore che accrescono la produzione di microfratture e relativa dispersione di fibre di amianto.

“Chiediamo all’amministrazione e agli organi preposti di verificare le condizioni della struttura in oggetto”, afferma Adele Palazzo. “Dobbiamo seriamente domandarci che tipo di sviluppo e riqualificazione vogliamo per il centro storico. Purtroppo abbiamo numerosi esempi negativi di scelte commerciali aggressive che lo hanno depauperato. Per tali ragioni il piano di rilancio del centro storico deve andare nella direzione di favorire scelte virtuose di aggregazione sociale e culturale in armonia col contesto di riferimento e all’insegna del rispetto di tutti”.

Scrivi