Sentenze ormai in arrivo. La Giustizia Sportiva è pronta  ad annunciare le sue decisioni sul Catania dopo il dibattimento dei giorni scorsi. La pena richiesta da Palazzi (Lega Pro e 5 punti di penalizzazione) potrebbe essere inasprita con l’aggiunta di altri punti di penalità (si parla di 10-12 punti in totale, a cui però andrebbero sommati 2-3 punti per le inadempienze nei pagamenti per la passata stagione). Da vedere se il Catania deciderà o meno di fare ricorso.

In un clima ancora incerto e rovente, con la tifoseria in aperta ostilità nei confronti dell’attuale patron Nino Pulvirenti, si cerca, in seno alla società rossazzurra, di porre solide basi per ripartire nel modo più dignitoso possibile. Carmelo Milazzo, Pippo Bonanno (dg) e Marcello Pitino (responsabile giovanili) sono già da tempo al lavoro per ristrutturare l’assetto tecnico e funzionale della società. Di un nuovo personaggio potrebbe arricchirsi presto la nuova società. Infatti, è stato avvistato a Torre del Grifo, Fabrizio Ferrigno, ex direttore sportivo del Messina che potrebbe essere un valido elemento in materia di scouting in Lega Pro. L’accordo tra le parti sarebbe già stato raggiunto ma si attendono ancora notizie ufficiali così come per il terzino sinistro Nunzella, in uscita dal Lanciano e felice di un possibile trasferimento alle pendici dell’Etna. Per il difensore mancano solo i dettagli. Sarà con ogni probabilità prestito secco, anche se il Catania lavora al diritto di riscatto a proprio favore per il ventitreenne. In Lega Pro non sarà possibile avere una formazione Primavera. Per il tecnico Giovanni Pulvirenti si prospetta una nuova esperienza in rossazzurro come allenatore Berretti

Scrivi