CATANIA − Nel contesto del progetto diagnosi in banchina, oggetto di discussione durante il recente 1° Convegno Euromediterraneo di Biocontenimento, il 6 aprile 2016, il direttore generale dell’Arnas Garibaldi, Giorgio Santonocito, accompagnato dal capo dipartimento di Anestesia e Rianimazione, Sergio Pintaudi, e dal dirigente Usmaf responsabile per le emergenze sanitarie, Claudio Pulvirenti, è salito a bordo della nave “Diciotti” della Guardia Costiera governata dal comandante Gianluca D’Agostino, su invito del Contrammiraglio Nunzio Martello, comandante della Direzione Marittima della Sicilia Orientale, dove si è svolto un meeting tecnico-operativo.

Al centro dell’incontro, l’importanza di pianificare una fattiva cooperazione tra gli uomini della Guardia Costiera e gli operatori dell’ospedale, grazie alla prossima stesura di un protocollo d’intesa tra le parti, volto alla collaborazione sanitaria con l’Arnas Garibaldi e alla formazione del personale della Capitaneria di porto.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi