CATANIA – JUVE STABIA 3-1

MARCATORI: 19′ Lisi, 37′ Calil, st 7′ Paolucci, 49′ Di Cecco.

CATANIA (4-3-3) Pisseri 6; Nava 6,5, Gil 6 Bastrini 6, Djordjevic 6,5;   Silva 6,5, Scoppa 6,5, Biagianti 6,5 (st 34′ Piscitella s.v.); Russotto 7 (st 42′ Di Cecco 6), Paolucci 7 (st 26′ Fornito 6), Calil 6,5. A disposizione:   Matosevic, Parisi, Bergamelli, Mbodj, Anastasi, Di Grazia, Di Stefano, Barisic. All. Rigoli 7.

JUVE STABIA (4-3-3) Russo 6; Cancellotti 6, Morero Amenta 6, Liotti 5 ; Mastalli 6 (st 30′ Ripa 6), Salvi 5, Zibert 6; Lisi 6,5 (st 15′ Sandomenico 6), Del Sante 6,5, Marotta 6,5 (st 38′ Rosafio s.v.). A disp. 1 Bacci, 28 Mascolo, 5 Atanasov, 20 Petricciuolo, 21 Esposito, 19 Izzillo, 25 Strianese. All. Fontana 6,5.

ARBITRO Giua di Pisa 6,5.

Note, ammoniti Liotti per gioco falloso, Paolucci per proteste, Amenta per gioco falloso, espulso st 43′ Salvi per doppia ammonizione. Recuperi pt 0′ e st 5′- Spettatori 4.500 circa.

CATANIA – Tre reti dopo aver rimontano lo svantaggio iniziale, grande prova di carattere e di organizzazione di gioco. Etnei convincenti e appassionanti, tanto da trascinare la tifoseria, già ben disposta bisogna dire, che non ha fatto mancare il suo sostegno per tuti i 95 minuti e che, prevedibilmente, domani farà registrare un’affluenza record ai botteghini per sottoscrivere l’abbonamento. Non poteva esserci spot migliore. Esordio in campionato più che positivo, quindi, per il Catania ch a distanza di appena una settimana dalla partita di Coppa Italia contro l’Akragas ha mostrato evidenti segni di miglioramento, sul piano atletico che su quello tattico. Mister Rigoli ha dato l’onore dell’esordio a capitan Marco Biagianti, applauditissimo per il suo ritorno in rossazzurro- Solito 4-3-3 con Calil e Paolucci a stretto contatto e Russotto con licenza di devastare la corsia esterne di sua competenza. Buon centrocampo con Silva e Scoppa efficaci, mentre la difesa ha dimostrato ancora qualche pecca e sicuramente deve essere registrata meglio. la rete del vantaggio della Juve Stabia è stata frutto, infatti, di una indecisione tra il portiere etneo e i centrali che hanno consentito a Lisi di segnare con una zampata sotto porta. la rete subita dagli etnei nel loro momento migliore è stata, però, una ulteriore carica. Calil, irriconoscibile dopo lo spento finale del campionato scorso, con precisione e freddezza ha trasformato in gol con un elegante pallonetto un assist di Scoppa. Al riposo sull’ 1-1, ma soprattutto consapevole della prestazione di qualità, il Catania è sceso in campo determinato a fare risultato pieno. Al 7′ è Paolucci a concludere in rete un batti e ribatti in area scaturito dall’ennesima incursione di un incontenibili Russotto. Per l’attaccante, anche per lui un graditissimo ritorno, si tratta della terza rete consecutiva in partite ufficiali dall’inizio della stagione. Il 2-1 abbatte la Juve Stabia, anche se non demorde mai e il tecnico Fontana la guida con intelligenza dalla panchina, non a caso è considerata una delle formazioni più forti del torneo. Gli etnei però si rendono pericolosi in più occasioni con le ripartenze, mentre dalla parte opposta Pisseri alterna qualche buon intervento a terra con uscite alte non proprio impeccabili. A suggellare il risultato finale e Di Cecco, appena entrato in campo, che si intromette tra difensore e portiere, supera quest’ultimo in uscita e segna a porta vuota. Il risultati ci sta tutto.

Daniele Lo Porto

 

 

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi