CATANIA – Montano le polemiche per la scelta della Villa Bellini di Catania quale location per la festa nazionale dell’Unità. Stavolta a contestare l’inopportunità di tale decisione è il segretario della Ugl di Catania Giovanni Musumeci, che provocatoriamente propone per lo svolgimento della manifestazione il sito della zona industriale di Catania, abbandonato ormai a un inesorabile degrado. Infatti com’è noto nella zona industriale vi sono intere strade scarsamente illuminate, se non del tutto al buio, e piene di voragini perchè i ladri di ghisa da tempo fanno razzia di caditoie e di grate dei tombini. I capannoni   abbandonati da anni, le vecchie fermate dell’Amt sono bersaglio di continui attacchi vandalici, diverse discariche abusive, marciapiedi distrutti. E le strade oltre ad essere piene di buche si allagano dopo poche ore di pioggia. “Forse solo così verranno realizzati interventi di manutenzione”, commenta Giovanni Musumeci.

“Proponiamo la zona industriale quale migliore location dove poter svolgere la prossima festa del Partito Democratico, solo così forse il sito potrà vedere realizzato qualche intervento di manutenzione”.  E’ questo il commento del segretario della Ugl di Catania Giovanni Musumeci sulla notizia che stamane, durante la direzione regionale dei Dem, è stata annunciata la città dove si svolgerà la prossima kermesse democratica. “Inutile assistere, come lo è già stato per la firma del Patto per Catania, ad una nuova esibizione di promesse ed annunci mirabolanti rimanendo ben saldi lontano dal sito produttivo che ormai versa in totale stato di abbandono. Vadano li – aggiunge provocatoriamente Musumeci – invece che scegliere altre aree, magari più centrali e sicuramente più attraenti, per dare un segnale di inversione di tendenza andando magari a ripulire quell’area immersa nel degrado, ma anche per dare una testimonianza di vicinanza e di reale volontà di cambiamento a tutti quegli imprenditori ed ai lavoratori che ogni giorno frequentano la zona industriale rischiando la salute e l’incolumità. Lanciamo la proposta ai vertici del Pd – conclude il segretario Ugl – anche perchè il paventato svolgimento della manifestazione al Parco Gioeni significherebbe associare il più delicato momento della storia del Pd nazionale ad uno dei più clamorosi fallimenti che la città di Catania abbia mai potuto conoscere sotto la guida dei democratici”.

Foto da giornalelora

Sal Gra


-- Download Catania, la Festa nazionale del Pd alla Zona industriale as PDF --


Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi