A seguito di mirata attività, predisposta dal Questore di Catania dott. Marcello Cardona, tesa al contrasto ai reati predatori in danno di turisti e cittadini e che vede impegnati ogni giorno sul territorio diverse pattuglie tra Volanti, Squadra Mobile, CoFARO Giovanni - classe 1986ndor, personale della Squadra Mobile ha arrestato Giovanni Faro (cl.1986) pregiudicato, perché ritenuto responsabile, in concorso con altro soggetto in fase di identificazione, di furto aggravato ai danni di una donna. Nella tarda mattinata di ieri, la Sala Operativa della Questura diramava nota radio di un furto ai danni di una donna, perpetrato in questa via Proserpina, ad opera di due individui viaggianti a bordo di uno scooter. Mentre la donna si trovava in questa via Proserpina intenta a posare alcuni acquisti all’interno della propria autovettura, un individuo con mossa fulminea apriva lo sportello del mezzo ed asportava la borsa contenente danaro ed altri effetti personali. Ultimata l’azione criminosa, il malvivente raggiungeva velocemente un complice che lo attendeva a bordo di uno scooter. E la risposta della Polizia è stata tempestiva. Così nel breve volgere di pochi minuti, una pattuglia della Squadra Mobile – Sezione Contrasto al Crimine Diffuso -intercettava il ciclomotore indicato con a bordo un soggetto, Giovanni Faro, noto agli investigatori per i suoi pregiudizi penali per reati contro il patrimonio, il quale dopo un breve inseguimento veniva bloccato. Sottoposto a perquisizione, Faro veniva trovato in possesso di parte della refurtiva, che veniva riconsegnata alla vittima unitamente alla borsa, rinvenuta a poca distanza dal luogo del delitto. Condotto presso gli Uffici della Squadra Mobile, Faro veniva dichiarato in stato di arresto per il reato di tentato furto aggravato in concorso ed associato presso la casa circondariale di Catania “Piazza Lanza” a disposizione dell’A.G..

Sono in corso indagini volte all’identificazione del complice.


-- SCARICA IL PDF DI: Catania, la polizia arresta scippatore --


Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata