CATANIA – Una corsa di cavalli clandestina, in centro, in pieno giorno: è ciò che è accaduto nella giornata di ieri sulla circonvallazione di Catania, sotto gli occhi attenti di numerosi ragazzi in motorino, pronti a “tifare” per uno o l’altro cavallo. Il tutto filmato dai cellulari e poi postato su facebook così da fare, in pochi istanti, il giro del web.

Episodi simili, purtroppo, a Catania non sono rari: pochi mesi fa era stato il turno di Sky che, attraverso la trasmissione VICE, denunciò il fenomeno. Finalmente, però, qualcosa si muove: il sindaco di Catania, Enzo Bianco, e l’assessore Marco Consoli, infatti, hanno dato disposizione alla Polizia municipale di attivare un’indagine per identificare tutti i presenti alla corsa di cavalli clandestina svoltasi nella giornata.

La Polizia Municipale, sotto il coordinamento del comandante Pietro Belfiore e dal vicecomandante Stefano Sorbino, è già al lavoro sul filmato: i responsabili, una volta identificati, saranno denunciati all’autorità giudiziaria.

Un attacco deciso, quello del sindaco Bianco: “Ho più volte parlato dell’imbarbarimento di questa città causato dall’abitudine all’assenza di regole. La battaglia più importante che combattiamo, non solo come Amministrazione, ma come città è quella per tornare al recupero del senso civico dopo anni di permissivismo: questo filmato è la testimonianza di quanto certe persone si considerino impunibili. Contro questa mentalità devono battersi non soltanto le forze dell’ordine ma anche tutti i Catanesi onesti”.

Scrivi