Catania. La riqualificazione dell’ex piazzale Oceania continua, Catalano: “più sicurezza”
0%Punteggio totale
Voti lettori: (1 Vota)
63%

Catania. Proprio nei giorni scorsi c’eravamo occupati dell’ex piazzale Oceania, oggi piazza Cannavò, a causa degli strani cartelli di divieto e di pericolo che vi sono stati posizionati all’interno. Attendendo risposte dal primo cittadino, il promotore dell’approfondimento in merito alla sicurezza della piazza, il consigliere Giuseppe Catalano, torna ad esaminare quello che dovrebbe essere un luogo ricreativo e piacevole per famiglie e amanti degli animali, che sulla carta dovrebbero poter tranquillamente trascorrere del tempo godendo dello spazio dell’area.
“. La questione di fondo è che in questo impianto c’è un evidente problema legato alla vigilanza e alla custodia- sottolinea Catalano- Eliminate le tracce dell’ultimo atto teppistico dal volto del giornalista catanese, c’è da chiedersi per quanto ancora, senza la presenza costante delle forze dell’ordine a presidiare il territorio, la piazza sarà al sicuro dai delinquenti. Dopo “hotel per disperati”, vandalismo, spazzatura e persino lucchetti lasciati dagli innamorati l’amministrazione comunale è intervenuta per cambiare il volto del sito. Un’area che, nonostante sia frequentata da moltissime famiglie, vive ancora a stretto contatto con la piaga delle prostitute. Ragazze che, dall’altra parte del viale Africa, adescano i clienti con i risultati che sono sotto gli occhi di tutti. La gente non vuole più assistere a spettacoli indecorosi oppure trovarsi di fronte ad atti criminali che danneggiato l’immagine stessa della città. Per queste ragioni chiedo al Sindaco Bianco di attivarsi in tutti i modi affinchè nel piazzale Cannavò sia previsto un efficace sistema di videosorveglianza e periodici controlli da parte delle forze dell’ordine. Quello che è successo a metà agosto non deve più ripetersi e la struttura deve gettarsi definitivamente alle spalle un passato fatto di incuria e degrado. “
Nicoletta Castiglione

Scrivi