Il Catania, come da programma, si allenerà quest’oggi, alle 16, presso lo Stadio Angelo Massimino. L’impianto, la cui proprietà è del Comune, non sarà però aperto alla tifoseria rossazzurra, come confermato dall’assessore allo sport Valentina Scialfa e dall’amministratore unico Carmelo Milazzo ai microfoni di itasportpress. Squadra di Pancaro che quindi si allenerà a porte chiuse in vista del match di sabato con il Lecce. Il comunicato stampa che ieri ha diffuso la notizia, non facendo riferimento nè ad una possibile disponibilità degli spalti del vecchio Cibali nè all’impossibilità di usufruire degli stessi aveva lasciato senza risposta il quesito.

Ecco il botta e risposta a distanza tra la Scialfa e l’amministratore Milazzo sulla vicenda:

“A decidere se fare allenamenti a porte aperte o a porte chiuse è il Catania – ha chiarito Valentina Scialfa –  La richiesta della società che abbiamo ricevuto per la giornata di oggi riguarda un allenamento tecnico propedeutico in assenza di spettatori per la quale l’Amministrazione comunale ha concesso l’impianto a titolo gratuito”.

“Quanto affermato dall’Assessore – ha chiarito Milazzo – è senz’altro esatto e l’allenamento odierno si svolgerà a porte chiuse. Ringraziamo il Comune di Catania per la disponibilità gratuita del rettangolo di gioco e degli spogliatoi, ci auguriamo che la stessa disponibilità negli stessi termini possa essere concessa anche per gli spalti del Massimino, in futuro, così da poter garantire anche ai catanesi la possibilità di assistere agli allenamenti. Il Direttore Generale ed il Direttore Sportivo hanno già chiarito che il Catania intende disporre frequentemente l’apertura delle porte a Torre del Grifo e, ovviamente soltanto se l’Amministrazione Comunale condividerà questa volontà, anche una volta alla settimana al Massimino”. 

 

Scrivi