Alfio Mannino, Flai Cgil

Alfio Mannino, Flai Cgil

Si allenta finalmente la tensione in via Centuripe, dove stamane alcuni ex lavoratori del Consorzio di Bonifica 9 sono saliti sul tetto della sede per protestare contro il mancato rinnovo dei lavoratori stagionali. Decisiva la notizia, positiva, della convocazione di un incontro per venerdì mattina dove verranno prese importanti decisioni per porre fine a questa insostenibile situazione. “Pare stiano valutando di allungare le giornate lavorative agli stagionali licenziati“, ci rivela Alfio Mannino, segretario Flai Cgil.

foto: livesicilia

foto: livesicilia

C’erano già stati momenti di tensione la scorsa settimana, quando i dipendenti del consorzio insieme ai sindacati Flai Cgil, FILBI Uil e Fai Cisl avevano indetto uno sciopero (leggi -> qui) per segnalare a gran voce la gravità del mancato rinnovo nei confronti dei lavoratori stagionali, con tutte le conseguenze in negativo annesse nella gestione del Consorzio, e delle mensilità non pagate da maggio in poi.

Nei giorni scorsi avevamo intervistato uno dei disperati stagionali licenziati: “Non possiamo provvedere al sostentamento delle nostre famiglie – ci aveva raccontato Marco, uno dei “cinquantunisti” senza più lavoro – Non percependo gli stipendi le spese giornaliere pesano parecchio, dato che abbiamo prestato ugualmente servizio. Crocetta si metta una mano sulla coscienza, mi ha deluso moltissimo, ci siamo ridotti a dover elemosinare il lavoro quando in realtà sarebbe un diritto“.

Questa situazione è insostenibile e può portare a conseguenze pesantissime sul territorio – aveva affermato stamattina il deputato democratico Luca Sammartino – “Il grido d’allarme di questi lavoratori deve essere ascoltato. Bisogna convocare immediatamente un tavolo di confronto alla presenza dei sindacati, dei vertici della struttura e del commissario per i Consorzi della Sicilia orientale: da un lato ci sono lavoratori esasperati, dall’altro imprenditori che pagano il canone per un servizio che non ricevono, e tutto riporta alla gestione dei vertici del Consorzio“.

Scrivi