Scelta strategica di SIEF ITALIA per il rilancio dell’economia siciliana che passa dal comparto agroalimentare

CATANIA – Il sistema agroalimentare riveste un ruolo fondamentale nell’economia siciliana: importanti volumi di produzione, numerose aziende di trasformazione dei prodotti agricoli, molti prodotti di qualità, stretta integrazione con il settore turistico.
Tra i motivi di successo del comparto, le
favorevoli caratteristiche pedoclimatiche e le specifiche vocazioni del territorio, che consentono peraltro una spiccata diversificazione dell’offerta. Tali condizioni permettono anche di incentivare lo sviluppo di metodi di produzione rispettosi dell’ambiente e della salute dei consumatori, nonché la realizzazione di produzioni destagionalizzate, in stretto accordo con quanto richiesto dalla Grande Distribuzione.
E’ evidente, allora, che per per rilanciare l’economia siciliana è necessario tornare a scommettere su comparti che, da sempre, rappresentano l’eccellenza di quest’Isola dalle enormi potenzialità, finora poco sfruttate, anzi quasi dimenticate.
Su tutti il settore dell’agroalimentare, punta di diamante di una produzione che stenta ad affermarsi sui mercati nazionali e internazionali e che, nonostante tutto, il mondo ci invidia.
complesso_fieristico_le_ciminiere_di_catania_1302524533Da qui la scelta di SIEF ITALIA, Società Italiana Eventi Fiere, di creare nel cuore del Mediterraneo, più precisamente nel capoluogo etneo, un evento che possa rappresentare un prestigioso appuntamento per quanti operano nel comparto dell’agroalimentare con i suoi innumerevoli prodotti, a cominciare dal cibo e dal vino e per proseguire con la birra, i distillati, l’olio, il biologico.
Un’occasione imperdibile per il rilancio economico e commerciale delle eccellenze del paniere italiano, e siciliano in particolare, che devono tornare a sostenere la sfida dei produttori.
Una “tre giorni” con un calendario ricchissimo di eventi, appuntamenti, convegni, seminari, degustazioni, assaggi, approfondimenti, con il sostegno e la partecipazione di prestigiosi Enti, storiche Istituzioni e tecnici di altissimo livello professionale, che sapranno guidare pubblico e operatori del settore nel variegato mondo dell’agroalimentare. Con un valore aggiunto: una fitta agenda di incontri B2B nell’evento stesso tra aziende e operatori italiani e stranieri, per creare contatti diretti utilissimi sul fronte del commercio e dei rapporti professionali.
Questo e molto altro ancora è “Expo Food and Wine”, il Salone Euromediterraneo del buon cibo e del buon vino che SIEF ITALIA organizza dal 29 novembre al 1° dicembre 2014 nel complesso fieristico Le Ciminiere di Catania.
Una scelta logisticamente perfetta per consentire ai numerosi operatori del settore di arrivare facilmente nel cuore pulsante dell’evento.
Il Salone Euromediterraneo del buon cibo e del buon vino ha già ottenuto il patrocinio e il sostegno di molte Istituzioni e Associazioni tra cui: Provincia Regionale di Catania, Comune di Catania, Confagricoltura Catania, Associazione Provinciale Cuochi Etnei, Federazione Italiana Cuochi, Federazione Italiana Pasticceri Delegazione Sicilia, Associazione Italiana Celiachia, Corfilac, Accademia Gastronomia Storica, Città del Gusto Catania –Gambero Rosso, Fisar, Università di Catania – Dipartimento DISPA e DI.GE.SA, Comitato Regionale Giovani Imprenditori Confindustria Sicilia.vigneto_uva
Altra scelta strategica del Salone è l’individuazione da parte di SIEF ITALIA di tutti quei Paesi esteri, europei ed extraeuropei, che possono diventare i veri interlocutori internazionali per il rilancio del comparto. Già molte sono le richieste di adesione e di partecipazione, per conoscere una realtà eccellente e unica come quella siciliana.
Expo Food and Wine” non è solo esposizione ma anche dimostrazioni, spettacoli, concorsi.
Si comincia con la prima giornata, sabato 29 novembre, quando dopo l’inaugurazione, con la consueta conferenza stampa di apertura e l’aperitivo di benvenuto, si entrerà nel vivo dei lavori, con il primo Cooking Show, dedicato alla cucina calda, cui seguirà lo Show sulle tecniche di Carving ovvero l’arte affascinante dell’intaglio, per proseguire con un altro Cooking Show di cucina calda. Tutti i Cooking Show sono organizzati con la collaborazione dell’Associazione Provinciale Cuochi Etnei e della Federazione Italiana Cuochi. La giornata di domenica 30 novembre vedrà invece l’esordio degli incontri di approfondimento, con il seminario: “Il Sud Italia come rilancio dell’economia in cucina”, organizzato dalla Federazione Italiana Cuochi: l’incontro rappresenterà un’ottima opportunità per riflettere sull’altissimo potenziale di cui gode l’eccellenza agroalimentare italiana, in particolare quella siciliana e del Meridione, e che deve tornare a rappresentare il volano per l’economia del nostro Paese. A seguire, Show sullo zucchero, organizzato con la collaborazione del Maestro Pasticcere Giovanni Cappello, della Pasticceria Cappello di Palermo e Delegato Regionale per la Sicilia della Federazione Italiana Pasticceri. Sempre la Federazione Italiana Pasticceri organizzerà nel pomeriggio un concorso di pasticceria, mentre a chiudere la giornata sarà il Cooking Show di cucina calda realizzato da Pietro D’Agostino, 1 Stella Michelin, Chef Patron del ristorante “La Capinera” di Taormina.
cannoliAltro evento nell’evento, che richiamerà all’interno di “Expo Food and Wine” centinaia di iscritti e partecipanti, sarà sempre domenica 30 novembre il convegno regionale dell’Associazione Italiana Celiachia, che ha scelto proprio il Salone di SIEF ITALIA per fare il punto sulla situazione, per rafforzare ancora di più la divulgazione della cultura del “senza glutine” e per approfondire il tema delle “Terapie alternative: miraggio o realtà?”. Un segnale forte di come anche l’Associazione Italiana Celiachia abbia individuato in “Expo Food and Wine” il vero cuore pulsante per il rilancio dell’agroalimentare siciliano, in tutte le sue sfaccettature. Importante anche la giornata conclusiva della manifestazione, lunedì 1 dicembre, quando ad aprire i lavori sarà un affascinante concorso a squadre di cucina calda per il Sud Italia con l’Associazione Provinciale Cuochi Etnei e la Federazione Italiana Cuochi.
Tutte e tre le giornate, inoltre, saranno occasione di approfondimento per temi quanto mai attuali e delicati per il comparto agroalimentare ed economico. “Sono convinta – dichiara l’organizzatrice del Salone e titolare di SIEF ITALIA, Alessandra Ambra – che il comparto dell’agroalimentare, con tutto ciò che contiene, rappresenti da sempre il valore indispensabile per rilanciare l’intera economia italiana e siciliana. Purtroppo, sono anni che si stanno lasciando tutte queste eccellenze al proprio destino, finora non certo positivo. Da qui, la forte volontà di organizzare una manifestazione che possa rappresentare un appuntamento unico e prestigioso per tutto il contesto euro-mediterraneo per la riscoperta della tavola, del buon cibo e del buon vino”.
L’evento gode del sostegno e della sponsorizzazione di “Enoiltech, Wine & Oil Equipment”.
Appuntamento, dunque, a sabato 29 novembre 2014, con il taglio del nastro e l’inizio di “Expo Food and Wine”, il Salone del buon cibo e del buon vino.

S.R.

Scrivi