CATANIA – Sabato 15 ottobre, alle ore 11,30, nella sede dell’Istituto per ciechi “Ardizzone Gioeni” di via Etnea, 595, a Catania, il commissario Giampiero Panvini svelerà le lapidi per ricordare due benefattori che hanno donato il loro patrimonio per migliorare la qualità dei servizi offerti ai ciechi e agli ipovedenti. Un riconoscimento che, dopo decenni di incuria e disattenzione e complesse vicende giudiziarie, il commissario Panvini, ispirandosi all’esempio del “buon padre di famiglia”, concretizza con un atto non solo simbolico.

I benefattori che saranno ricordati con le due lapidi poste nella scalinata d’ingresso dello storico edificio di via Etnea sono: Rosina De Marco e Alessio Cunsolo.

Alla cerimonia di scopertura presenzieranno, oltre ad autorità civili: l’assessore regionale alla Famiglia, Gianluca Miccichè, la commissaria regionale dell’Unione Italiana Ciechi, Linda Legname, il vice commissario regionale, Gaetano Minincleri, e la neo presidente provinciale di Catania dell’U.I.C., Rita Puglisi.


-- SCARICA IL PDF DI: Catania, l'Istituto Ardizzone Gioeni ricorda i benefattori --


Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata