di Graziella Nicolosi

CATANIA – I Catanesi e l’amministrazione comunale lo vorrebbero pulito, ma agli occhi dei visitatori appare in certi tratti sporco e preda dell’incuria. Parliamo del Lungomare di Catania, che oggi e domani tornerà al centro dell’attenzione per due iniziative di diverso tenore. La prima, iniziata stamattina alle 7:30, si chiama “Lungomare… da Amare”, e prevede una pulizia straordinaria della costa, su modello di quanto accaduto qualche mese fa a San Giovanni Li Cuti.

A proporla è stato l’Osservatorio dei Rotary club di Catania, e il Comune l’ha subito sposata raccogliendo l’adesione di numerose organizzazioni, anche non catanesi, sensibili al problema. Oltre ai Rotary, infatti, saranno presenti i militari della base americana di Sigonella, la Protezione civile con il Dipartimento regionale – Le Aquile e i gruppi di Catania e Adrano, Lipu, Wwf e Legambiente, il Coordinamento Fir, i gruppi Grotte Cai e Volontari Italia- Ct, le associazioni Guardie ambientali Trinacria, Lungomare liberato, Nuova Acropoli, Ripuliamo Catania, Vegeta, e poi Csve, Zero waste e Rifiuti zero. L’Ati Ipi-Oikos, pur commissariata, fornirà il supporto logistico necessario.

“Un numero sempre maggiore di catanesi – ha commentato il sindaco Enzo Bianco – sta diventando consapevole della necessità di avviare un processo di educazione civica e di responsabilità, che ci faccia uscire dal lungo periodo in cui la città è stata lasciata a se stessa”.

La vera sfida, dopo la pulizia straordinaria, sarà mantenere in buone condizioni il tratto di costa, che già domani (fra le piazze Europa e Mancini Battaglia) ospiterà la prima edizione estiva dell’iniziativa “Lungomare liberato”.

Con la bella stagione cambia anche l’orario: non più di mattina, ma dalle ore 17 alle 22.

Consuete le modalità di chiusura al traffico: le auto parcheggiate, anche correttamente, nell’area interessata, dovranno lasciarla entro le 16, pena la rimozione. L’accesso al Lungomare sarà però consentito ai veicoli autorizzati, ossia quelli dei residenti, dei disabili, di chi è ospite o deve raggiungere gli alberghi, e di chi è in possesso dei pass perché proprietario o lavoratore in esercizi della zona. Tutti gli altri potranno raggiungere il Lungomare gratuitamente grazie ai bus dell’Amt, parcheggiando l’auto nell’area di viale Raffaello Sanzio.

Anche stavolta parteciperanno gruppi, associazioni e artisti di strada, secondo il programma fornito dall’assessore alle Attività produttive Angela Mazzola. Presenti i ragazzi del Parkour con le loro acrobazie; il giocoliere, prestigiatore e fantasista Mario Gnappo, Le Rondinelle dell’Etna e la Snake eventi; i danzatori di swing e di zumba. E poi esibizioni di Baguazhang, un’arte marziale cinese, e dei pattinatori del gruppo Total Roller. In prima fila, come sempre, i ciclisti di Ruote libere e Salvaiciclisti. Gli amanti delle due ruote privi di bicicletta potranno noleggiarne una e farsi aiutare da un ripara-bici.

Non mancherà un tocco di cultura, con l’Autobooks del Comune di Catania, e di solidarietà, con i Giovani Vincenziani-Amnesty international, i referenti della rete Crescere al Sud (impegnati nella promozione e nella tutela dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza), l’associazione di donatori volontari sangue San Marco, la Queer as UniCT (che si propone di sensibilizzare l’opinione pubblica sui pregiudizi basati sull’orientamento sessuale), e l’associazione Teg4friends onlus, che proporrà l’adozione di cuccioli.

Infine, per chi ha bimbi che ancora non camminano o camminano da poco, e quindi si stancano presto, “Lungomare liberato” propone domani una nuova iniziativa: la fasceggiata, cioè una passeggiata in cui i bimbi vengono portati in giro con le fasce o altri supporti ergonomici come i marsupi. “Fascioteca Catania” metterà a disposizione le fasce a chi prenoterà entro oggi al numero presente su Facebook.

Scrivi