Al termine della sfida del Massimino della scorsa domenica, che ha opposto al Catania l’Avellino, Marcolin ha raccontato un singolare aneddoto sulla sciarpa indossata dallo stesso durante la gara contro gli irpini. Sciarpa che gli sarebbe stata regalata dal presidente Pulvirenti e sarebbe stata a sua volta ricevuta da quest’ultimo come regalo da parte di Sinisa Mihajlovic, allenatore rossazzurro nel 2009.

Investito del potere di rendere possibile anche l’ “impossibile”, anche oggi l’amuleto utilizzato dal mister etneo come portafortuna ha eseguito il suo “compito”: far vincere il Catania, addirittura in trasferta!

La superstizione entra scherzosamente in gioco. Supporre comunque che la sciarpa abbia una qualche sorta di potere sui risultati dei rossazzurri è una suggestione particolarmente affascinante. Chissà adesso, con la sciarpa al collo di Marcolin, quali saranno i risultati della sua squadra nelle restanti giornate di campionato. E se il tecnico l’avesse ricevuta prima? Meglio non porsi questa domanda. Aldilà di superstizioni e soggezioni, è indubbio che il Catania di Pulvirenti abbia ritrovato almeno un pizzico di consapevolezza delle proprie possibilità. Anche se comunque forza, consapevolezza e l’ormai necessario talismano dovranno necessariamente accompagnare la squadra rossazzurra fino al termine di quest’annata, portatrice purtroppo più di ombre che luci.

(foto flashnews24.eu)

 

Scrivi