Fine settimana intenso di attività per il personale della Capitaneria di Porto di Catania impegnato nell’operazione “Mare Sicuro 2015”, diretta all’attività di vigilanza e controllo del litorale catanese a tutela e salvaguardia dei bagnanti. Sono stati effettuati numerosi controlli, negli stabilimenti balneari e nelle pubbliche spiagge verificando il rispetto dell’ordinanza balneare, il tutto al fine di garantire il regolare svolgimento delle attività di balneazione. Grazie alla presenza costante degli uomini in divisa bianca sul litorale è stato possibile ritrovare un bambino di 7 anni di nazionalità russa smarritosi alla playa e riconsegnato, in eccellente stato di salute, ai genitori che avevano chiesto soccorso alla Sala Operativa della Capitaneria di Porto di Catania chiamando il numero verde di emergenza in mare 1530.

Impegnati anche i mezzi navali della Guardia Costiera che hanno dato assistenza, in tre diverse operazioni di recupero, ad imbarcazioni in avaria al largo delle coste etnee mettendo in salvo 6 diportisti.

L’operazione “Mare Sicuro 2015” continuerà fino al 13 agosto e assicurerà la presenza giornaliera di 21 uomini e 6 unità navali per garantire, la salvaguardia della vita umana in mare, la sicurezza della navigazione e la tutela dell’ambiente marino.

Scrivi