Lilia Scozzaro

Modern Music Institute, l’ Istituto Nazionale di alto perfezionamento musicale. Responsabile e docente di Basso Elettrico del MMI di Catania è Giacomo Patti,  affiancato da validissimi colleghi e amici con competenze ed abilità professionali: Simona Malandrino,  Andrea Azzurra Gullotta, Giuseppe Scalia, Lorenzo Reina. Molteplici i corsi all’interno dell’Istituto:  chitarra elettrica, canto, batteria pop/rock, batteria metal, basso elettrico.

559893_466224583443507_660554814_n

Giacomo Patti ha catturato  Mario Guarini. Domenica 10 maggio,  Magazzini Sonori ore 17:00, si potrà assistere ad una clinic del Maestro, aperta a bassisti, chitarristi, batteristi e tutti i musicisti.  Mario Guarini, bassista di Claudio Baglioni nonché didatta stimato, e conosciuto a livello nazionale, ha lavorato in studio per artisti come Samuele Bersani, Syria, Paola Turci. Ha accompagnato occasionalmente Pino Daniele, Fiorella Mannoia, Renato Zero, Lucio Dalla, Gianni Morandi, Dolcenera. In questi giorni  è in tour  con una Masterclass che farà tappa anche a Catania.

Abbiamo incontrato Giacomo Patti

222778_10200660088086050_2145391401_n

Quale il progetto del MMI ?

E’ un  progetto didattico di formazione e ricerca, ideato e coordinato da Alex Stornello che, forte di una esperienza ultra decennale nel mondo dell’insegnamento musicale, ha deciso di rappresentare e diffondere con la collaborazione di Docenti, di altissima qualifica ed esperienza, ed artisti di fama internazionale, riuniti per un unico obiettivo Nazionale di Alto Perfezionamento delle Discipline Musicali.

Esistono delle caratteristiche particolari?

Professionalità, esperienza e trasparenza sono caratteristiche intrinseche alla filosofia MMI, volta a garantire all’allievo la massima qualità che si possa desiderare da un sistema di educazione musicale di primo piano.

10417809_1583993331881667_5206277313287012874_nCome hai conosciuto Mario Guarini?

La conoscenza con Mario Guarini è avvenuta circa un paio di anni fa in una circostanza simile a quella che sto organizzando: frequentai una clinic in Sicilia, ed è nata una certa amicizia. Da allora abbiamo mantenuto i contatti e ho sempre seguito con molto interesse la sua attività in giro per l’Italia, dove sta attualmente svolgendo un Tour di Seminari. Avvalorando da sempre il Talento Made in Italy,  quest’anno, sentendoci per tempo, ho pensato di dare a me stesso e a tutti gli amanti della musica e del basso elettrico l’opportunità di confrontarsi e di approcciarsi con chi della musica ad alti livelli ne ha fatto la propria professione, con assoluta eleganza e umiltà.

Chi può partecipare al seminario?

Il seminario sarà rivolto a tutti i musicisti, saranno trattate tematiche di metodologia e di tipo motivazionale per un approccio serio e professionale con la musica.

Come diventare un musicista migliore!
Chi insegna, in qualsiasi settore, non pensi debba studiare prima la persona che ha davanti, e dopo spiegare, esporre le varie discipline. In questo caso: tecniche particolari e metodi per suonare uno strumento, tenendo conto che l allievo possa già avere l’ essenziale ?

Questo sta alla base dell’insegnamento e della pedagogia musicale. Si parte sempre dall idea che tutti siamo “persone”, poi, soprattutto per un insegnante alla base c’è e dovrà sempre esserci la centralità dell’alunno, adattando metodo e insegnamento ad ogni caso specifico. Mario non avrà ovviamente la pretesa di impartire specifiche direttive Ma si baserà su nozioni generali applicabili alla maggior parte dei soggetti e comunque si baserà su esperienze personali di musicista/insegnante dove ognuno potrà riconoscersi o meno. Sarà poi compito dei partecipanti trarre il giusto senso e applicarlo ai propri studi

Sito web ufficiale: http://www.modernmusicinstitute.com

L.S.

A proposito dell'autore

Generalmente parlo poco della mia persona e dei fatti miei. “ Il pericolo è il mio mestiere “, è il filo conduttore che guida tutta la mia esistenza lavorativa (e non solo). Non ho mai temuto di imbarcarmi in imprese estreme, di svolgere attività rischiose, di avere pericolose responsabilità, e non accontentandomi di un ripetitivo lavoro d’ufficio, ho voluto sempre mettermi alla prova. Dopo aver vissuto una vita davanti al microfono/mixer, e a tutte quelle apparecchiature che occorrono per intrattenere gli ascoltatori di una Radio, eccomi qui, collaboro con un giornale on line “ Sicilia Journal “. E’ stata un’ impresa all’inizio, ed ho cercato di gestire questo mio nuovo compito con calma e molta discrezione. Grazie a Silvia Ventimiglia ed al direttore del giornale Daniele Lo Porto. Buona lettura a tutti!

Post correlati

Scrivi