CATANIA – L’allarme è stato lanciato da mesi. Tutto il quartiere di Cibali chiede all’amministrazione centrale di correre ai ripari ed intervenire in modo risoluto sul miglioramento della viabilità all’interno di piazza Ignazio Roberto. Un fronte comune, di cui Giuseppe Zingale, vice presidente della municipalità di “Cibali-Trappeto Nord-San Giovanni Galermo”, si fa portavoce, per dire basta al rischio incidenti, alle manovre pericolose e al caos in un’area che di aggregazione non ha nulla e in cui trovano sbocco circa sette strade diverse (tra cui via Sebastiano Catania, via Scannapieco, via Cibele e via Torresino). Uno snodo, utilizzato da migliaia di macchine che ogni giorno passano da qui, con appena tre segnali di “stop”, distanti tra loro decine di metri, a regolare l’intero sistema viario. Avvisi troppo lontani per essere rispettati soprattutto appena si fa buio, con la zona scarsamente illuminata e con tanti incoscienti che sfrecciano a tutta velocità. Il risultato sono molti tamponamenti che solo per puro caso si sono sempre risolti senza gravi conseguenze per automobilisti e centauri. Oggi l’intera struttura versa in condizioni pietose e chi ne fa le spese sono i cittadini. Con la presenza di due scuole nelle sue vicinanze la mattina qui l’intera viabilità va sistematicamente in tilt. Una situazione già segnalata nel corso dell’ultimo sopralluogo effettuato dalla IV municipalità. Si chiede quindi al Sindaco di avviare una progettazione nel breve, medio e lungo periodo che porti il sito ad essere completamente riqualificato. Un recupero che passa necessariamente dall’istallazione di una rotonda che possa servire a regolare il flusso veicolare. Una struttura in cemento armato con uno spazio di socializzazione al suo interno per i residenti delle palazzine circostanti. Già in passato era stata impiantata una rotonda temporanea fatta con i new jersey. Un’opera che non è durata molto visto che qualche automobilista incosciente, proveniente da via Scannapieco, ci andava a sbattere contro. Occorre attivarsi quindi per rendere operative tutte quelle proposte necessarie a ridare decoro e sicurezza a piazza Ignazio Roberto. Richieste non sono cambiate negli ultimi mesi visto che restano le esigenze di un territorio che soffre la cronica carenza di servizi ed infrastrutture adeguate.

 

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi