CATANIA − Ha in più circostanze minacciato di conseguenze gravi l’ufficiale giudiziario che si è portato presso la propria azienda per eseguire dei pignoramenti, non nascondendo livore e frustrazione neanche dinanzi ai Carabinieri della Stazione di Linguaglossa. Subito dopo i noti fatti di Milano, all’inizio del mese di giugno, ha minacciato di compiere una strage al Tribunale di Catania. Per tali motivi, Rosario Maria Antonino Puglia, classe ’47, imprenditore, è stato arrestato nel pomeriggio del 24.09.2015 dai Carabinieri della locale Stazione in esecuzione di ordinanza del G.I.P. presso il Tribunale di Catania e ristretto agli arresti domiciliari, a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Scrivi