Catania.

Un anno è passato dalle promesse che l’amministrazione ha fatto al consigliere Maurizio Mirenda e alla cittadinanza sul pronto recupero e sulla riqualificazione di Largo Bordighera. Lavori mai cominciati, iniziative mai portate a termine e operai mai impegnati con l’effetto che l’area, a pochi passi dal centralissimo viale Vittorio Veneto, resta in condizioni penose. Pulizia, cura del verde e sicurezza diventano pura utopia nel Largo Bordighera ed i pochi interventi spot compiuti dagli operai comunali si trasformano quasi in una forma di cortesia, verso i pochi commercianti presenti in zona, mentre dovrebbero rappresentare un impegno preciso per dare a questo luogo il giusto decoro. Già da tempo Maurizio Mirenda, componente del gruppo “Grande Catania”, ha presentato un piano di interventi che finora l’amministrazione non ha mai preso seriamente in considerazione. Lavori che andrebbero concentrati sopratutto all’interno della piccola bambinopoli frequentata ogni giorno da tantissimi ragazzini accompagnati dai genitori. Altalene e manto di gomma vanno sostituiti perchè i bambini rischiano di farsi male. Stesso discorso per la recinzione che in alcuni punti è stata rubata dai soliti ladri di ferro. Criminali che hanno lasciato degli spuntoni con il rischio che bimbi o adulti distratti possano ferirsi. A questo bisogna aggiungere pure la quasi totale mancanza del verde all’interno delle vaste aiuole e la continua invasione di scooter che trasformano la piazza in un parcheggio o in una scorciatoia per passare da una parte all’altra della zona evitando il traffico. L’istallazione di paletti nella cinta esterna potrebbero servire a proteggere chi viene in piazza per passeggiare oppure per i bambini che vanno a giocare nella vicina bambinopoli. Altro tipo di struttura servirebbe, invece, per le aiuole che restano allo stesso livello dei passaggi pedonali. Senza muretto che recinta l’area, la terra invade i vialetti con l’effetto di renderli polverose nella stagione estiva oppure fangosi durante il periodo invernale. “Segnali di degrado inequivocabile che dimostrano, ancora una volta, come l’amministrazione comunale a tutti i livelli si sia completamente dimenticata di questa zona puntando,invece, sulla riqualificazione continua di molti altri spazi verdi o luoghi di aggregazione catanesi- sottolinea Mirenda- Oggi, ancora una volta, chiedo  con forza la pulizia e la vigilanza su Largo Bordighera per farla tornare ad essere il fiore all’occhiello del territorio. Se l’amministrazione continua a non prendere in considerazione questo luogo nel quartiere di Picanello il rischio è quello di avere una piazza completamente dimenticata. ”

Nicoletta Castiglione

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi