Francesco Moriero, dopo la sfida vinta dal Catania con il Melfi, è intervenuto in conferenza stampa per rispondere alle domande dei giornalisti. Ecco le sue parole:

“Partita sofferta, abbiamo approcciato bene la gara dal punto di vista caratteriale anche se abbiamo fatto anche stavolta qualche errore di troppo. Potevamo chiuderla prima. Il risultato è quello che conta oggi, e quello è arrivato, sono contento. 

Abbiamo costruito le occasioni per chiudere la contesa, anche dopo il vantaggio, ma non l’abbiamo messa dentro. C’è un pizzico di paura di troppo, ma lavorando in questo modo riusciremo nei nostri obiettivi. La vittoria di oggi non basta, abbiamo altre due battaglie da vincere per salvarci.

Calcoli? Inutile farli, dobbiamo pensare a giocare bene le partite che mancano alla fine di questa stagione. 

Calil? Ormai sono abituato a questa domanda… Io oggi l’ho visto molto bene in campo, però manca un po’ di sicurezza in questo momento. 

Sono contento per tutti. Da Parisi a Plasmati, passando per Russotto. Bergamelli è un calciatore molto importante per noi, ma tutta la difesa sta facendo bene. 

Complimenti al Melfi, hanno giocato comunque una buona gara. Ringrazio i nostri tifosi per il sostegno che ci hanno dato. Per me era molto importante…

A Pagani un’altra gara fondamentale. I ragazzi si stanno impegnando e mi stanno dando tutto. Adesso vedo un gruppo che mi segue con grande attenzione e voglia.

Abbiamo fatto un patto di sangue con i calciatori e sono sicuro che sarà onorato.”

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi