Ostacolo Foggia tra il Catania e il ritorno alla vittoria. Dopo tre turni di astinenza in campionato, con due pareggi (Akragas e Messina) e una sconfitta (Juve Stabia), i rossazzurri puntano forte sul fattore “Massimino” per risalire la china e regalare una gioia ai tifosi. A centrocampo Gianluca Musacci sarà un elemento fondamentale per gli equilibri di un gruppo chiamato a dare prova della propria forza. Proprio l’ex Parma è intervenuto in conferenza stampa, al “Massimino”, per commentare i temi caldi del momento vissuto dalla compagine etnea:

“Una partita molto attesa quella contro il Foggia, una gara che aspettiamo anche noi per misurare la nostra forza. Sarà un banco di prova importante contro una delle formazioni più competitive del nostro girone. Siamo obbligati a fare risultato davanti alla nostra gente per risalire la classifica. Può essere un confronto che ci da una spinta anche per il futuro. Con Agazzi mi sono trovato molto bene a Messina, lui ha fatto benissimo nel ruolo di mezzala, personalmente preferisco giocare avanti alla difesa.

Il Foggia è una squadra che fa pressing e aggredisce, in avanti sono molto pericolosi. Dovremo stare molto attenti.

La squadra sta bene, gli ultimi risultati sono uno stimolo in più per noi, per tornare a ruggire. L’entusiasmo non ci manca, soprattutto quando si gioca davanti ad uno stadio sempre pieno di tifosi che ci supporta.

La penalizzazione è stata pesante per noi, senza quella sicuramente avremmo potuto raggiungere facilmente i playoff, così è più complicato.

Fisicamente a Messina non ho avuto problemi. Potenzialmente potevo essere al 100%, ma non avendo visto il campo per un mese mi mancavano ancora minuti nelle gambe.

Non ci aspettavamo la Casertana in vetta. Bisogna dire che il campionato è ancora lungo, ma fino ad oggi hanno dimostrato di avere i numeri per fare bene. Tante squadre sulla carta più forti stanno però risalendo la china.

La tifoseria catanese è tra le più calorose che io abbia mai visto in carriera, la gente è davvero molto legata alla maglia.

Fosse per me firmerei domani il rinnovo del contratto con il Catania. L’accordo sottoscritto in estate prevede il prolungamento in caso di promozione in Serie B, per me rimanere sarebbe fantastico a prescindere dalla categoria”.

 

 

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi