CATANIA – La Polizia di Stato ha arrestato Agatino D’Agata e Alessandro Privitera, ritenuti responsabili di detenzione illegale di armi comuni da fuoco e di armi clandestine, ricettazione delle stesse e detenzione illegale di munizionamento.

Nel corso di perquisizione eseguita nelle loro abitazioni nel quartiere “San Giorgio”, all’interno di una cavità ricavata nel fondo di un pianoforte a coda, posizionato in una stanza adibita a soggiorno, sono state rinvenute 4 pistole (tre semiautomatiche ed una rivoltella, tutte con matricola abrasa) e numeroso munizionamento. Nella camera da letto di D’Agata, è stata, inoltre, scoperta una cassaforte murata, all’interno della quale sono stati trovati 27.000 euro, oltre a parabellum ed un caricatore per pistola. Un fucile calibro 12 con matricola abrasa è stato, invece, ritrovato nel garage di D’Agata, all’interno di un veicolo in disuso, insieme ad uno zaino pieno di cartucce calibro 12.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi