Catania, nella sede del CUS la “casa” dei giornalisti sportivi

Foto servizio di Vincenzo Musumeci

1CATANIA – Il Cus Catania diventa la casa della sezione catanese dell’Ussi. Grazie ad un accordo sottoscritto  tra il presidente del Cus Catania, Luca Di Mauro e il presidente della sezione catanese Ussi, Giacomo Cagnes, i giornalisti sportivi avranno la loro sede presso gli uffici direzionali del Cus in viale Andrea Doria a Catania. L’accordo è stato siglato nel corso dell’Open Day, la giornata organizzata dall’Ussi catanese che ha visto la partecipazione di Sergio Parisi, vice presidente del Coni regionale e presidente della Federnuoto regionale, Jenny La Delfa, delegato provinciale Coni, Gigi Ronsisvalle,  consigliere nazionale FNSI, Alberto Cicero, segretario dell’Assostampa siciliana, Gaetano Rizzo, vice presidente regionale USSI, Daniele Lo Porto nella doppia veste di segretario della sezione catanese dell’Assostampa e consigliere Ussi Catania. Presente anche il presidente uscente Gianfranco Troina  mentre Concetto Mannisi, segretario dell’Ordine dei Giornalisti, ha inviato ai presenti un messaggio di saluto. Il direttivo provinciale Ussi al completo: oltre al presidente Cagnes, il vice Francesco La Rosa, il tesoriere Ludovico Licciardello, il segretario Lorenzo Gugliara e i consiglieri Daniele Lo Porto, Mario Grasso e Marco Carli.

L’incontro che si è svolto presso il salone delle conferenze del Cus è aperto con un momento di raccoglimento per ricordare la scomparsa della maratoneta siciliana, Anna Rita Sidoti.

Nel suo intervento introduttivo, il neo presidente dell’Ussi catanese, Giacomo Cagnes ha intanto ringraziato il Cus per la concessione dei locali. “Questo è il momento di fare quadrato e di essere coesi – ha dichiarato – qui al Cus ci sentiamo a casa e lo stesso vorremmo che accadesse, per esempio, anche allo stadio Massimino di Catania, per potere lavorare in modo sereno e agevole. Mi sarei atteso la presenza di molti più colleghi a questo incontro ma siamo anche convinti che stiamo avviando una nuova stagione di massima collaborazione e apertura per tutti coloro che abbiamo il dovere di tutelare e sostenere, ovvero i giornalisti sportivi”.2

“Lo sport sta vivendo un momento difficile – ha esordito il presidente del Cus catanese, Luca Di Mauro – in particolare quello siciliano che necessita di sostegno. Credo che il modo migliore per proseguire, sia quello di andare avanti ma tutti uniti, per questo daremo pieno appoggio all’Ussi con l’obiettivo di denunciare anche le problematiche che riguardano la carenza di impianti sportivi”.

“Ben venga questa collaborazione tra Coni e Ussi che ricordo rappresenta una istituzione benemerita al nostro interno – afferma Sergio Parisi – è  fondamentale avere giornalisti sportivi competenti che mettano in luce, ad esempio, le difficoltà nella gestione degli impianti molti dei quali sono affidati a privati”.

Per Jenny La Delfa il rapporto tra Ussi e Coni deve essere diretto e deve portare a potere interloquire con tutte le società sportive che dovranno affidarsi a professionisti dell’informazione e non a comunicatori improvvisati. “Chi scrive di sport deve essere iscritto all’Ussi per questo vigileremo sulle società affiliate”.

Nel corso dell’incontro sono giunti preziosi contributi anche da segretario dell’Assostampa catanese, Daniele Lo Porto che ha auspicato una campagna stampa congiunta per evitare che il PalaCannizzaro finisca come altri impianti della provincia catanese. Per Luigi Ronsisvalle, consigliere nazionale, bisogna aprire un tavolo comune tra Coni, Ussi e società sportive per avviare una stagione di collaborazione. “Si tratta – ha affermato – di fare un salto di qualità per risalire presto la corrente e metterci definitivamente nel ruolo che ci compete”.  “Ricompattare il gruppo e aprirci a tutti” è stato l’appello lanciato dal vice presidente dell’Ussi catanese, Francesco La Rosa. “La nuova casa sarà l’occasione per ripartire con entusiasmo”  ha dichiarato il giornalista Piero Maenza.

3Nel corso dell’incontro è stato siglato un accordo tra Ussi catanese e Aiac, la sezione catanese degli allenatori di calcio presieduta da Renato Marletta che si è detto felice per l’inizio di una collaborazione che vedrà anche un interscambio di esperienze che culmineranno anche nella organizzazione di corsi di aggiornamento.

Scrivi