Catania. Tutto ebbe inizio così, dalle accuse senza mezzi termini del consigliere Niccolò Notarbartolo, che nei giorni scorsi aveva puntato il dito contro l’amministrazione in merito alla presunta “svendita” di un terreno vicino Fontanarossa alla Sac. A suo dire, la giunta avrebbe determinato in 6 milioni e 341 mila euro il valore delle aree da cedere, senza alcun controllo pubblico che dia garanzia del rispetto dei valori di mercato. Tempestiva la replica dei diretti interessati, che in mattinata hanno diramato un comunicato chiarendo la loro posizione. L’Amministrazione comunale quindi, sottolinea il proprio  stupore l’allarme per una presunta “svendita” alla Sac di un terreno nella zona di Fontanarossa e dei “chiarimenti” chiesti sulla vicenda dal Consigliere comunale Niccolò Notarbartolo. Quest’ultimo, in un lunghissimo comunicato diffuso agli organi di informazione afferma “la Giunta ha determinato in 6 milioni e 341 mila euro il valore delle aree da cedere … senza alcun controllo pubblico che dia garanzia del rispetto dei valori di mercato”.
“Visto che il consigliere Notarbartolo – è scritto nella nota dell’Amministrazione – è uomo di grande intelligenza oltre che di meticolosità e imparzialità, non possiamo che pensare che abbia letto in modo un po’ troppo frettoloso la delibera, nella quale veniva spiegato chiaramente come il costo del terreno fosse stato determinato non dalla Giunta bensì da un perito nominato dal Tribunale in modo assolutamente chiaro e imparziale”.  altrettanto repentina la risposta del consigliere, che prendendo atto di quanto specificato nella nota, ha comunque mantenuto una posizione di contrasto con le scelte amministrative.

“Trovo comunque inutile destinare cifre così alte a questo impiego, quando invece gli stessi fondi potrebbero essere utilizzati per la collettività, rispetto all’acquisto di una partecipazione azionaria poco influente nell’ambito delle scelte societarie. Non ho mai contestato il valore del terreno. Ma la conduzione della vicenda.”

Nicoletta Castiglione

 

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi