Riceviamo e pubblichiamo.

CATANIA –  Inaugurata oggi la nuova sede dell’Unitalsi di Catania in via Sangiuliano 217. Un evento lungamente atteso e molto importante per i volontari unitalsiani. Grazie ad un protocollo d’intesta tra l’Unitalsi e il commissario dell’Ipab Monsignor Ventimiglia Giampiero Panvini, l’Arcivescovado di Catania, il Comune e la Regione, è stato possibile aprire una sede dell’Unitalsi in una via centralissima della città.

L’Unitalsi, al servizio della cittadinanza e soprattutto di anziani, disabili e giovani, opera da oltre 40 anni senza avere una sede, ma nonostante questa difficoltà i volontari hanno sempre continuato a lavorare per fornire dei servizi ai meno fortunati. Oggi impossibile non respirare un clima di felicità per un obiettivo raggiunto grazie alla collaborazione di vari enti.

Il commissario IPAB che ha concesso i locali, Giampiero Panvini, ha sottolineato l’importanza dell’opera svolta dall’UNITALSI, dichiarando: “Siamo riusciti finalmente a fare un’opera buona nel pieno spirito dello statuto del nostro ente, attivando una collaborazione che porta immediati e concreti benefici a tutti i nostri assistiti e dando una sede ad una delle organizzazioni più meritorie che opera da decenni in favore dei più deboli coinvolgendo nel volontariato centinaia di professionisti di grande valore che offrono gratuitamente il proprio impegno. Questo rappresenta un modo efficace di utilizzare le risorse che devono tornare a beneficio della comunità. L’intenzione dell’Opera Pia insieme al Comune di Catania è quella di estendere i vari servizi a tutti i meno abbienti”.

6201451612409760trenoSoddisfatto il presidente della sottosezione di Catania Salvo Russo che afferma: “Finalmente dopo 40 anni, grazie a questo protocollo con l’Opera Pia Monsignor Ventimiglia, l’Unitalsi può avere una sede, i volontari in cambio forniranno i propri servizi agli utenti dell’IPAB. Quello più importante è già partito attraverso dei laboratori sanitari all’interno della struttura dove i nostri medici di varie specialità assistono gratuitamente i 25 residenti dell’Opera Pia e gli oltre 200 utenti assistiti dal centro.”

Presenti oggi al taglio del nastro oltre al presidente Salvo Russo e al commissario Ipab Mons. Ventimiglia, Giampiero Panvini, anche l’on. Marco Forzese, il presidente regionale Unitalsi Sicilia orientale Marisa Martella, l’assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Catania Luigi Bosco, il direttore sanitario dell’ambulatorio medico sociale Opera Pia Ventimiglia Prof. Giuseppe Condorelli e padre Salvo Cucè che ha benedetto i locali.

La sede dell’Unitalsi rimarrà aperta il lunedi dalle 10 alle 12, il mercoledi e venerdì dalle 17.00 alle 19.00

Scrivi