CATANIA – Rafforzare la sinergia fra il mondo imprenditoriale e quello universitario: è quello lo scopo di un incontro che si è tenuto ieri mattina nella sede catanese di Confcommercio in via Mandrà, fra i rappresentanti di alcune aziende aderenti all’associazione e il direttore del Dipartimento di Scienze delle Produzioni Agrarie e Alimentari dell’Università di Catania Salvatore Cosentino.

L’incontro, a cui ne seguiranno altri, si pone sulla scia di accordo di partnership firmato alcuni anni fa tra Confcommercio provinciale e l’Ateneo catanese, che si sta tentando di recuperare con profitto.

Per Confcommercio erano presenti: Dario Pistorio, presidente provinciale FIPE; Ignazio Ragusa, presidente di Confvivai; Fabio Impellizzeri membro di Giunta Confcommercio; Domenico Coco, delegato per l’internazionalizzazione all’interno dell’associazione.

Tra le proposte emerse durante la discussione ci sono lo studio di piante provenienti da altri paesi per svilupparne la produzione nel nostro territorio; la ricerca di nuove soluzioni contro il punteruolo rosso; il rafforzamento delle esportazioni all’estero, specie per le eccellenze dell’agroalimentare; l’aumento dei controlli sui prodotti per tutelare le aziende da ogni forma di contraffazione.

Gli spunti degli imprenditori sono stati accolti con interesse dal docente catanese, anche alla luce di eventuali stage da riservare agli studenti universitari nelle aziende aderenti.

Scrivi