Al termine della gara vinta dal suo Catania al Massimino contro il Matera (2-1 il risultato finale), il tecnico Giuseppe Pancaro ha incontrato la stampa per commentare il match e il momento vissuto dalla squadra rossazzurra. Queste le sue parole:

“Oggi la squadra ha confermato di avere carattere e di essere forte. Quando c’è stato da soffrire lo abbiamo fatto e ci siamo ricompattati bene. A noi mancava la vittoria, questo ha creato pressione ma del resto quella c’è dalla prima gara della stagione. Una partita come quella di oggi si vince solo quando hai carattere, ai ragazzi ho detto che sono orgoglioso di loro. Nelle ultime sei partite il Matera ne ha vinte cinque e pareggiata una, questo ci fa capire quale fosse il valore dell’avversario. Oggi era importante vincere, come del resto lo è in ogni occasione. 

Musacci? In campo stava facendo il suo, l’ho sostituito perchè volevo dare un segnale ai ragazzi, dovevamo provare a vincerla. Sono contento della prestazione dei miei, non abbiamo concesso moltissimo e abbiamo provato a sfruttare gli spazi che ci lasciavano. Calil è un calciatore molto importante per la categoria, per noi è un valore aggiunto per carisma e duttilità. Oggi ha giocato sia come esterno sia come punta centrale, ma è chiaro che è in un momento della sua carriera in cui il suo ruolo più congeniale è quello di prima punta. L’infortunio di Plasmati? Spero non sia nulla di grave, è un calciatore troppo importante per noi. 

Bergamelli è un difensore straordinario, di categoria superiore. 

Umanamente sono dispiaciuto per quello che è successo in settimana, dispiace anche alla squadra. Questo ha inciso nella preparazione della squadra a questa partita, inutile nasconderlo. Ma per fortuna alle nostre spalle c’è una dirigenza che ci sostiene e lavora con grande professionalità.

Fino ad oggi, al netto di tutte le difficoltà che abbiamo avuto, abbiamo fatto un ottimo campionato. Non siamo più in alto solo a causa di episodi. In questo momento l’unico pensiero mio e dei ragazzi è quello di salvarci il prima possibile”.

 

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi