“Non ho avuto dubbi ad accettare l’offerta del Catania per allenare la squadra nonostante il momento di grande difficoltà che il club sta vivendo perchè conosco la storia, il blasone, la piazza e la tifoseria e per me è un onore essere qui con voi”. Parola di Pippo Pancaro, presentato stamattina a Torre del Grifo dal direttore sportivo Bonanno e da Marcello Pitino assieme al nuovo staff tecnico.

Attraverso i risultati, la prestazione e l’attaccamento alla maglia il mister conta di riconquistare i tifosi e far ripartire il Catania. “I giocatori che faranno parte di quest’organico devono pensare che il Catania sia come il Real Madrid. L’obiettivo principale è quello di costruire la squadra. Mancano dei tasselli per avere un gruppo forte per fare un campionato importante. Non abbiamo adesso i mezzi per pensare a quale può essere a lungo termine il nostro obiettivo. Io sono molto umile, ma anche molto ambizioso e spero riusciremo a fare qualcosa di storico, adesso però non possiamo fare proclami. La società lavora con me e siamo d’accordo a 360° su tutto. Ci servono giocatori di grande esperienza e di qualità per affrontare un campionato difficile. Il 4-3-3 è un sistema di gioco che mi piace molto, credo ci siano i presupposti per continuare con questo modulo. Devo ringraziare i ragazzi per le ottime prestazioni viste contro la Spal e il Cesena, nonostante l’emergenza e il momento particolare.

Nunzella vicino al Catania, assolutamente sì: è un profilo che ci piace e potrà essere utile alla causa. Ho fatto dei nomi alla società, e ho trovato piena disponibilità. Nicastro? Non posso parlare di giocatori di altre squadre.”

Scrivi