CATANIA – “Lo spostamento del mercato settimanale di Librino da piazza Sapienza al viale Grimaldi è un esperimento che il quartiere e gli stessi operatori hanno bocciato su tutta la linea”, lo afferma il presidente del locale comitato cittadino, Rosario Patanè che ha contattato alcune associazioni di categoria e, insieme a loro, ha individuato nello spiazzo intorno all’ex plesso abbandonato della “Brancati” la nuova sede ideale per realizzare un’area mercatale abbastanza grande da poter accogliere decine di commercianti. “Un sito che, dopo essere stato spianato e bonificato, potrebbe accogliere anche manifestazioni extracommerciali. Non solo, la fiera potrebbe servire a recuperare la vecchia scuola e restituirla al quartiere visto che l’immobile dispone di servizi igienici che, dopo gli opportuni lavori, potrebbero essere messi al servizio di ambulanti e utenti del mercato. Il tutto – sottolinea Patanè – senza creare disagi a pendolari e studenti della vicina scuola “San Giorgio” e senza bloccare o chiudere nessun tipo di strada. Lo spazio sarebbe a disposizione di tutti e rappresenterebbe una grossa conquista per il quartiere”.

Scrivi