di E. G.

CATANIA – Dal primo aprile in via Asiago si respira un clima da far-west. Gli abitanti della zona e delle vie limitrofe sono spaventati, poiché si aggira indisturbato un cecchino pronto a sparare all’impazzata, anche di giorno, ai passanti con un fucile a piombini.

Ferite una donna al costato mentre camminava tranquillamente sul marciapiede, con una prognosi di dieci giorni, ed una ragazza di ventisei anni, che stava percorrendo via Vecchia Ognina in compagnia della sorella. La giovane è stata colpita vicino l’orecchio e dovrà essere sottoposta ad un delicato intervento chirurgico per rimuovere il piombino. Si è salvato dallo sparo il portiere di uno stabile del circondario, il proiettile sparato contro di lui ha colpito un vetro dello stabile dell’Avvocatura dello Stato.

“Siamo terrorizzati – spiega un’anziana residente –: abbiamo paura, non si può vivere. Non voglio più uscire neanche con mio marito con la macchina. Siamo diventati prigionieri dentro casa nostra”.

Effettuati già controlli da parte dei Carabinieri di piazza Dante, i quali hanno effettuato ben quattordici perquisizioni in alcuni appartamenti della zona, senza avere alcun risultato. Le indagini continuano senza sosta. Intanto si consiglia di non passare dalla strada per non diventare dei bersagli umani.

E. G.

Scrivi