CATANIA – Teatro del ritrovamento dell’arma, una semi automatica Beretta calibro 7,65 (completa di due serbatoi e 21 cartucce cal.7,65), rubata a Grotteria (RC) nel marzo scorso, è stato un cortile di Via Salvatore Di Giacomo, nel cuore del popoloso quartiere di San Cristoforo. Il luogo, protetto da un cancello in ferro, era sorvegliato da ben 4 telecamere a circuito chiuso collegate ad un Hard Disk che i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Piazza Dante hanno sequestrato oltre ad ulteriori 80 cartucce di calibro 7,62×25 e 9×21. Sulla pistola saranno eseguiti degli esami tecnico-balistici, a cura del Reparto Investigazioni Scientifiche di Messina, che potranno escluderne o meno l’utilizzo, nel lasso di tempo trascorso tra il furto ed il ritrovamento, in pregressi episodi criminosi. Sono in corso degli approfondimenti investigativi per cercare di risalire al gruppo criminale che utilizzava la zona come nascondiglio.

 

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi