CATANIA –  Buone notizie per il quartiere di Librino. Il 18 settembre, con l’avvio del nuovo anno scolastico – e la contestuale apertura nelle prime classi degli istituti superiori – partirà il sistema “Librino express”, la nuova modalità di collegamento messa a punto dall’Amt.

La linea è stata presentata ieri a Palazzo degli elefanti dal sindaco Enzo Bianco, dall’assessore ai trasporti Rosario D’Agata, dal direttore dell’Azienda metropolitana trasporti Antonio Barbarino, dal consulente del sindaco per i rapporti istituzionali Francesco Marano e dal presidente della Consulta giovanile Pierangelo Spadaro.

Giovedì 16 luglio, in occasione del “Librino day”, ci sarà un’anteprima del “Librino express” che partirà da piazza Duomo con sindaco, assessori e giornalisti per raggiungere il quartiere. Qui si svolgerà una Giunta straordinaria, in cui si parlerà anche di urbani e del Palazzo di cemento.

“Ci riuniremo –  ha detto Bianco – nei locali di suor Lucia che stiamo ristrutturando grazie a un finanziamento recuperato in extremis. Poi presenteremo questo nuovo sistema di collegamento tra la città e il quartiere con poche fermate intermedie e una frequenza straordinaria: appena dieci minuti di attesa”.

I tecnici dell’Amt hanno illustrato nei dettagli il funzionamento del “Librino express” che, come sottolineato da Barbarino, “si colloca all’interno del sistema di linee di forza di bus ad alta regolarità del quale fanno parte anche Brt e Alibus per potenziare e ottimizzare i collegamenti nella periferia sud di Catania e con il centro della città”.

Oggi il quartiere è servito da quattro linee con dodici vetture, per un traffico giornaliero di circa 2.500 passeggeri, con frequenze che arrivano anche a 55 minuti. Il nuovo progetto, articolato sempre su quattro linee, consente di razionalizzare e velocizzare tutti i collegamenti. In particolare, il “Librino express” parte dalla stazione centrale, attraversa il porto, passa dal parcheggio Fontanarossa ed effettua un circuito all’interno della parte sud-est di Librino (compresa l’area dell’ospedale San Marco, in costruzione). Poi inverte il percorso, per un totale di venti chilometri. La linea consente di raggiungere la Stazione centrale in 20/25 minuti partendo da Librino, e in 15 minuti dal parcheggio scambiatore.

A supporto della linea “espressa” è previsto un sistema di circolari (802 rossa e nera) a frequenza coordinata (ognuna con un bus ogni 20 minuti), con capolinea nel parcheggio Fontanarossa e passaggio dal polo di Villaggio S. Agata. Il sistema è completato dall’ottimizzazione dell’attuale linea 830, “spezzata” in corrispondenza del Duomo, e che realizza un’ulteriore linea (830 Sud) a servizio del quartiere, con frequenza più moderata (un bus ogni 25 min) e un percorso che passa da numerosi poli di attrazione (Villaggio Sant’Agata, cimitero, piazze Palestro/Risorgimento, Duomo).

“Librino express” e circolari consentiranno di raggiungere i mercati storici come la Pescheria, venendo incontro alle richieste sia degli abitanti della periferia sud di Catania sia degli operatori commerciali.

“Sempre il 18 settembre – ha aggiunto Bianco – si svolgerà una grande festa per quest’area dove vivono 80.000 catanesi, con un concerto dell’orchestra e del coro del Teatro Massimo Bellini e i fuochi d’artificio, inizialmente previsti per giovedì ma posticipati su richiesta degli stessi cittadini per la concomitanza dei festeggiamenti in onore della Madonna del Carmelo”.

Mappa librino express

Scrivi