Catania. Non poteva esserci inizio migliore per questa primavera catanese. Migliaia di persone, baciate dal sole, a godersi la bellezza troppo spesso nascosta, di una villa Pacini piena di casette di legno e creativi, con le loro opere handmade hanno regalato alla città due giornate di festa. Formula ormai consolidata, vero e proprio trend per i catanesi, il PopUpMarket ha fatto il pienone anche stavolta, coniugando la possibilità di fare shopping alternativo, ascoltando buona musica, fermandosi a mangiare nell’area food. Ed è ancora questa la formula magica vincente. Il segreto del bazar a cielo aperto più glamour del sud italia. La possibilità di stare all’aperto, di fare una passaggiata rigenrante lontano dai centri commerciali. La città è viva e si lascia vivere, e la villa Pacini splende sotto i raggi caldi di fine Marzo. La gente si guarda intorno compiaciuta e stupita tra uno stand ed un altro, non riconosce quella villa lasciata solitamente nelle mani distratte e a volte poco civili di chi la rietiene solo una sorta di discarica da sporcare. Catania è anche questo, stupenda ed irriconoscibile. E l’impegno dei ragazzi del PopUp è tangibile e lo leggi nel volto dei visitatori. Anche le alte cariche istituzionali non hanno voluto perdere l’appuntamento. Presente il sindaco Bianco, l’assessore Mazzola e l’assessore Licandro, che anche stavolta si sono detti soddisfatti del lavoro svolto all’interno di questa cornice storica della città. Se chiudi gli occhi sembra di esser lontani dalla realtà metropolitana fatta solo di incontri veloci, attimi concitati. Qui il tempo sembra essersi fermato. C’è l’area bimbi, colorata e gioiosa come non mai. E ci si siede sul prato a bere un bicchiere di vino.

E grande è stata anche l’attenzione dedicata al sociale. Presente infatti l’associazione “Una rosa per non dimenticare e la sedia di Giordana” con la petizione per chiedere la pena certa per il femminicidio, c’erano i ragazzi dell’associazione dell’Onu che si occupa dei rifugiati, e Telethon, con la vendita delle uova di Pasqua. Un successo a 360 gradi. Una meraviglia per gli occhi. Archi addobbati a festa, contenitori di idee e talenti, un vero miracolo che si ripete per la città!

Nicoletta Castiglione

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi