Catania: Prove di simulazione terremoto negli istituti scolastici Vaccarini e Archimede

foto servizio di Vincenzo Musumeci

CATANIA: Si è svolta oggi presso gli istituti scolastici Vaccarini ed Archimede una prova d’evacuazione degli edifici relativi ai piani d’emergenza. Il piano dell’istituto Vaccarini prevede due aree d’attesa, una interna, nel quale convogliano circa 300 persone ed una esterna in piazza Lanza con circa 600 persone.

Anche l’istituto Archimede prevede due aree d’attesa, la prima in piazza Santa Maria Di Gesù con circa 300 persone ed una seconda in piazza Lanza con circa 800 persone.

Si è così simulato un terremoto del 5° grado della scala Richter che coinvolge il territorio del comune di Catania in tutti i suoi aspetti. Negli edifici scolastici interessati dalla simulazione è stato considerato siano resistite le strutture portanti mentre le pareti non portanti sono state lievemente danneggiate, inoltre sono stati previsti un certo numero di feriti rimasti intrappolati all’interno degli ambienti di studio o di lavoro.

Gli scopi di queste esercitazioni sono stati tre:

1)   Provare il piano d’evacuazione dell’istituto Archimede e valutarla risposta del personale docente e non.

2)   Provare il piano d’evacuazione dell’istituto Vaccarini e valutare la risposta del personale docente e non.

3)  Valutare l’interferenza dei due piani su piazza Lanza, nella quale, in caso di evento reale, si riverserebbero tra i 1500 ed i 1800 alunni dei due istituti, oltre ai cittadini che abitano e vivono stabilmente nell’area ed il personale del carcere.

Le squadre d’emergenza si sono incontrate alle ore 8.30 presso il Coordinamento della Protezione Civile sito in via Felice Fontana dove i capi squadra, una volta ricevuti gli ordini, hanno diviso i compiti.

Ore 9:00 partenza della colonna per dirigersi nelle aree di attesa interessate.

Ore 10.00 attivazione dei segnali di emergenza nei due istituti in contemporanea.

Ore 10:30 intervento di soccorso all’interno degli edifici per il recupero degli alunni che sono rimasti feriti durante l’emergenza (simulazione di ricerca con unità cinofila e successivo intervento tecnico di estrinsecazione e sanitario di soccorso).

Ore 11:00 dimostrazione a favore degli alunni di interventi d’urgenza.

Ore 12:00 la colonna muove verso il Coordinamento per il successivo saluto.

Le unità appena arrivate sul posto si sono disposte nelle 3 aree d’attesa interessate e si sono accertati della sicurezza degli alunni, in collaborazione con la Polizia Municipale anch’essa presente in loco.

L’unità cinofila è stata, invece, collocata su piazza Lanza per il successivo intervento all’interno dell’istituto Archimede.

Al termine degli interventi di soccorso le unità sanitarie sono giunte nelle 3 aree di attesa e hanno eseguito una dimostrazione a favore degli studenti ponendo maggiore attenzione all’aspetto sicurezza e prevenzione.

Foto servizio: Vincenzo Musumeci

A. M.

Scrivi