CATANIA – Nella giornata odietna, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, scaturita dalle indagini condotte dalla Sezione Reati Contro il Patrimonio della Squadra Mobile di Catania, è stato arrestato Sebastiano Barbagallo, pregiudicato catanese classe ’93 e si è costituito il diciassettenne G.S.P., colpito da analogo provvedimento, emesso dal GIP del Tribunale per i Minorenni di Catania.

I fatti risalgono a circa due mesi fa: un gruppo di tre rapinatori fece irruzione, armi alla mano, in una tabaccheria dove, scavalcando il bancone, dopo aver immobilizzato i proprietari e i clienti, arraffarono denaro, tabacchi e “Gratta e Vinci”, dandosi poi alla fuga.

Grazie al rilievo frammenti d’impronte digitali e all’analisi dei fotogrammi del video dell’impianto di videosorveglianza, gli inquirenti sono riusciti a ricostruire un inoppugnabile quadro probatorio nei confronti di entrambi gli arrestati, tale da indurre l’Autorità Giudiziaria ad emettere i provvedimenti cautelari ai quali ieri è stata data esecuzione.

Il terzo e ultimo complice è tutt’ora oggetto di indagini volte alla sua identificazione.

Scrivi