Emanuela Nicotra

Emanuela Nicotra

La Polizia, nella tarda mattinata di ieri, ha arrestato la pregiudicata 28enne Emanuela Rosa Santa Nicotra ritenuta responsabile dei reati di tentato omicidio e tentata rapina aggravata.
Alle mezzogiorno, a seguito di una segnalazione pervenuta al 113, la sala operativa della Questura ha diramato una nota radio di una rapina consumata in via Aurelio Saffi, nella zona di Nesima. Giunte sul posto le pattuglie della sezione “Contrasto al crimine diffuso” della Squadra Mobile hanno appurato che poco prima una donna era stata vittima di una tentata rapina commessa da un soggetto fuggito a bordo di un’autovettura di colore nero. In particolare l’autore del reato aveva tentato di asportare la borsa ad un’anziana donna che, a causa della violenza utilizzata, era caduta rovinosamente a terra mantenendo tuttavia la presa; nel frattempo il marito, collaborato da alcuni passanti intervenuti, ha respinto l’assalto costringendo il rapinatore alla fuga. Il malfattore, raggiunta una Fiat Panda di colore scuro parcheggiata poco distante, è partito ad alta velocità investendo l’anziano signore e scaraventandolo per terra. A quest’ultimo, prontamente condotto tramite ambulanza presso un nosocomio cittadino, sono state riscontrate alcune fratture agli arti superiori ed inferiori tanto da essere sottoposto ad intervento chirurgico.
Le vittime hanno indicato l’autore come un individuo di sesso maschile, dalla giovane età, con capelli rasati sui lati. Nonostante venisse indicato come uomo gli investigatori dei “Condor” si sono recati presso l’abitazione di Emanuela Rosa Santa Nicotra, conosciuta per i suoi precedenti penali ma anche per avere una corporatura ed un taglio di capelli perfettamente identici a quelli dell’autore dei reati. I poliziotti ricordavano, inoltre, che la stessa era proprietaria di una Fiat Panda di colore nero. L’intuizione si era rivelata esatta infatti, all’esterno dell’abitazione della donna, è stata individuata la macchina usata per l’azione criminosa. Condotta presso gli uffici della Squadra Mobile la Nicotra è stata riconosciuta da entrambi i coniugi ammettendo le proprie responsabilità riguardo la rapina. Espletate le formalità di rito è stata rinchiusa presso la Casa Circondariale di Piazza Lanza a Catania e messa a disposizione dell’Autorità giudiziaria.
La coppia di anziani, sebbene provati dalla terribile esperienza, ha avuto parole di apprezzamento per gli uomini della Squadra Mobile i quali, con un’indagine lampo, hanno assicurato alla giustizia la rapinatrice.

A proposito dell'autore

Giornalista free lance - Educatore dell'infanzia

Comincia la sua carriera giornalistica scrivendo per il giornalino del liceo scientifico che frequenta. Entra a far parte della redazione catanese del Giornale di Sicilia, da cui non si è mai separato, nel 2005. Primo articolo ufficiale realizzato il 23 ottobre 2005 (a 19 anni ma il 31 ottobre sarebbero stati 20) per la gara di calcio di Prima categoria Calatabiano - Victoria 1-0. Dopo anni di studio e sacrifici ottiene la laurea in "Educatore dell'infanzia" nel 2013. Attualmente collabora anche con gds.it, con HercoleTv e con il mensile Il Cittadino Libero. Ama il cinema, i concerti, i viaggi e la buona musica. Ha visitato tutta la Sicilia, Malta, il Salento, Roma, Venezia, Milano, la Romagna, Firenze, Pisa, Lucca, Ascoli, Varese, Aosta, Caserta, Napoli, Perugia, Parigi, Barcellona, Basilea, Ginevra e Lugano. Lo sport in generale è la sua passione ma specialmente il calcio, la pallavolo, il basket e l'atletica leggera. Inoltre segue costantemente la cronaca nera, bianca e la politica.

Post correlati

Scrivi