CATANIA – I cittadini catanesi potranno richiedere un incentivo economico per interventi di rafforzamento o di miglioramento sismico, ma anche di demolizione e ricostruzione di edifici privati destinati a nuclei familiari oppure all’esercizio di attività produttiva. Lo ha stabilito con un apposito provvedimento il sindaco di Catania Enzo Bianco.

La richiesta di contributo, indirizzata al sindaco del Comune di Catania dovrà pervenire entro sessanta giorni alla Direzione Urbanistica e Gestione del Territorio, Ufficio del Rischio Sismico, di via Biondi 8.

“Vogliamo rafforzare la qualità strutturale degli edifici del nostro territorio e spingere la ripresa in un settore ancora trainante come l’edilizia, che soffre particolarmente la crisi economica”, ha detto Bianco. “È noto, peraltro, che la città di Catania è tra quelle indicate a maggior rischio sismico”.

Complessivamente per la Sicilia le risorse finanziarie previste per l’edilizia privata ammontano a 23.727.763,52 euro e verranno ripartite in funzione dell’indice di rischio sismico dei singoli edifici per cui viene richiesto il contributo, secondo l’Ordinanza del Capo Dipartimento della Protezione Civile nazionale numero 171 del 25 giugno 2014.

I soggetti collocati utilmente in graduatoria dovranno presentare un progetto coerente con la richiesta di intervento presentata, redatto e sottoscritto da un professionista abilitato e iscritto all’albo professionale, entro 90 giorni per gli interventi di rafforzamento e 180 giorni per gli interventi di miglioramento sismico o demolizione e ricostruzione.

Per ogni ulteriore informazione, i cittadini proprietari degli immobili ricadenti nel territorio comunale possono rivolgersi  alla Direzione Urbanistica e Gestione del Territorio P.O. Rischio Sismico.

L’avviso del sindaco Bianco sarà pubblicato sull’Albo Pretorio e sul sito web del Comune di Catania. La modulistica (ordinanza con allegati) scaricabile all’indirizzo: http://www.protezionecivile.gov.it/jcms/it/view_prov.wp?contentId=LEG46349

Scrivi