Ieri, nell’ambito dei servizi straordinari di controllo del territorio, disposti dal Questore Marcello Cardona, personale del Commissariato Borgo Ognina ha controllato diverse attività commerciali. In particolare, sono state sottoposte a controllo due attività di autolavaggio con particolare attenzione alle autorizzazioni amministrative e alle incombenze relative allo smaltimento dei rifiuti nocivi e lo smaltimento dei fanghi nel sottosuolo. Dai controlli è emerso che l’autolavaggio sito in Via del Rotolo non risultava in regola con le disposizioni vigenti e pertanto, la titolare è stata denunciata in stato di libertà per mancanza di autorizzazione comunale per lo scarico delle acque di lavorazione con conseguente sequestro preventivo dell’autolavaggio. Nello specifico, il pozzetto di scarico delle acque sporche, al momento del controllo era colmo e, detti fanghi in assenza di depuratore e le dovute cautele, sono destinati direttamente nel sottosuolo e a mare.borgo2

È stata, inoltre, controllata un’officina meccanica sita in via Padova dove sono  stati riscontrati diversi illeciti penali ed amministrativi, nonché un allacciamento abusivo all’erogazione dell’energia elettrica. Il titolare dell’officina è denunciato in stato di libertà per furto di energia elettrica e per mancanza di autorizzazione per lo smaltimento dei rifiuti prodotti. Inoltre, veniva sanzionato per mancanza di autorizzazioni comunali (SCIA) con conseguente sequestro di attrezzatura da lavoro nonché sequestro preventivo dell’officina stessa.

Nell’officina di via Padova, infine, sono stati sequestrati 9 motocicli, appartenenti a dei clienti, ma sprovvisti della copertura assicurativa obbligatoria.

 

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi