CATANIA – Una “scatola nera” sarà installata su tutta la flotta rossa delle car sharing Enjoy, il servizio di condivisione delle auto lanciato da Eni in collaborazione con Fca, , a cominciare dalle nuove auto portate a Catania. “Abbiamo deciso di installare il dispositivo per controllare il corretto utilizzo del veicolo perché vogliamo aumentare la disponibilità di mezzi efficienti e incoraggiare uno stile di guida attento alla sicurezza – spiegano da Enjoy – e coerente con lo spirito di condivisione di chi vive nell’era della sharing mobility“. Una scatola nera, quindi, per ricostruire incidenti e comportamenti scorretti degli utenti del car sarin per monitorare la guida di chi ha preso in affitto l’auto ed è in grado di ricostruire la dinamica dei possibili incidenti in cui le 500 rosse fossero coinvolti. L’annuncio è arrivato pochi giorni fa a tutti gli iscritti, con un raccomandazione: “Per la tua sicurezza e quella degli altri ricordati di adottare sempre uno stile di guida responsabile”. L’iniziativa scaturisce dopo che a Torino sono stati diversi gli incidenti che hanno coinvolto mezzi del car sharing dall’entrata in funzione delle auto in condivisione private che, già oggi, sono le uniche a poter circolare liberamente nella zona a traffico limitato della città.

Non si puo’ certo dire che queste auto siano più soggette a incidenti, ma sicuramente i mezzi a noleggio a tempo hanno avuto diversi sinistri e la scatola nera può essere utile sia per ricostruire la dinamica che per invitare gli utenti alla prudenza . Chi usa il car sharing magari presta meno attenzione allo stile di guida perché l’auto non è sua e quindi anche se si danneggia non deve ripagarla e poi, non conoscendo il mezzo, può avere più difficoltà quando si trova in una situazione di emergenza.

PP.L.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi